Seguici su

Cerca nel sito

Il Psi X Municipio promuove la lotta contro la corruzione e le mafie

Assogna: "Un'assembla ad ostia antica per un impegno concreto"

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’Assemblea svoltasi sabato 31 ottobre ad Ostia Antica, ha visto una significativa presenza di Associazioni e Cittadini, che hanno sostenuto l’impegno dei Circoli Socialisti per dare continuità allelotte contro la Corruzione, le Mafie e per respingere l’onta di Ostia Mafiosa. Sono state evidenziate le connessioni etiche, morali, economiche, occupazionali e democratiche, che attribuiscono priorità e determinazione nelle azioni per estirpare la piovra della Corruzione che la Corte dei Conti stima in 60 Miliardi di Euro l’anno e debellare la grande criminalità organizzata e ramificata in tutta Italia che muove Migliaia di Miliardi di denaro sporco e illegale.
Con l’Assemblea si è voluto dare consapevolezza di adottare norme efficaci per prevenire tali fenomeni affaristici con la massima trasparenza dei bandi e dell’andamento dei lavori, attuare il criterio della media-mediata per eliminare discrezionalità nelle assegnazioni e di costituire Commissioni esterne con persone altamente qualificate edunica stazione appaltante in ogni Regione” – afferma in un comunicato Gioacchino Assogna, Segretario Psi del X Municipio. 

“Sono state acquisite molte firme di adesione alla Costituzione di Parte Civile al processo contro Mafia Capitale  – continua il comunicato – per tutelare la dignità dei cittadini residenti e chiedere i danni morali e materiali patiti a caausa dei reati commessi nei territori di Ostia-X Municipio, del Comune di Roma e della Regione Lazio.
E’ stato assunto l’impegno di continuare la raccolta di ulteriore firme di adesione per coinvolgere più persone possibili e rafforzare la giusta lotta anche nelle sedi giudiziarie.
Sono stati inoltre forniti ampie motivazioni sul paradossale e normativamente infondato Decreto di scioglimento per Infiltrazioni Mafiose, che fondamentalmente trova giustificazione dalla necessità di rimuovere la permanenza in carica delle persone sospette e coinvolte, mentre nel caso di Ostia il Consiglio era già sciolto da 5 mesi e così per il Presidente dimissionario e poi agli arresti, con i Dirigenti anch’essi spostati”.

“E’ sufficiente leggere le parti conclusive della Relazione del Prefetto Gabrielli – conclude Assogna – per avere chiara la inaudita forzatura su Ostia al fine di distrarre l’attenzione da Roma dove si sono concentrati gli affari di Mafia Capitale, arrivati ad Ostia per estensione tramite gli esponenti del Pd e del centro-Destra coinvolti.
I Socialisti hanno ribadito con forza che Ostia Mafiosa è dare spingere con l’impegno di tutti, per evitare danni permanenti sulle possibilità di investimenti nel territorio, mandati altrove dalle Istituzioni dichiarando falsamente il territorio a forte condizionamento mafioso.

I Circoli Socialisti svolgeranno nei vari territori analogheiniziative su tali importanti problemi a cominciare da Fiumicino che hagià deciso di programmare una specifica iniziativa al riguardo, a cui siaggiunge la preparazione di azioni congiunte dei Socialisti di Ostia eFiumicino per rimuovere la paralisi in atto della viabilità proponendosoluzioni adeguate ai nodi costituiti dal Ponte 2 Giugno e dal Pontedella Scafa, che creano inammissibili file e ingorgo del traffico condanni per i cittadini costretti a passare ore fermi dentro le macchine”.

L’Assemblea ha condiviso le parole pronunciate il giorno prima dal Presidente della Repubblica alla riunione Nazionale dei Comuni: “Non ci sarà ripresa e un futuro degno per i nostri giovani e non estirperemo la corruzione, l’illegalità e la criminalità organizzata”.

Più informazioni su