Seguici su

Cerca nel sito

Sport e scuola, convegno alla W.A. Mozart: la crescita umana al centro degli interventi

Gli interventi delle autorità scolastiche, sportive e politiche

Più informazioni su

Il Faro on line – Sono state numerose le autorità intervenute al convegno organizzato presso la Scuola W.A. Mozart, quando alla presenza, non solo di tanti personaggi importanti, nel panorama sportivo e politico, ma anche di quella degli studenti della I E, la prima sezione sportiva italiana, è stato mostrato il progetto pilota di questa iniziativa innovativa. A seguire della presentazione di esso, sono stati tanti i messaggi arrivati da coloro che, mediante il loro lavoro, nel mondo degli adulti, hanno parlato ai piccoli studenti, protagonisti di questo progetto.
 
Sono stati, l’importanza dei valori dello sport e quelli della crescita umana, i punti cardini degli interventi. 
Il primo a salire sul palco, è stato Andrea Talucci, l’Iron Man del territorio, che a soli 24 anni, conseguendo la seconda laurea in Osteopatia, è uno dei triatleti più premiati nel mondo : “Non è semplice lavorare e svolgere attività sportiva – ha detto – anche portare avanti un percorso di studi può risultare complicato”. Tuttavia, la volontà di un atleta, può compiere imprese straordinarie e lui lo ha fatto, sia nella sua vita, che nel suo sport, con l’obiettivo in futuro di raddoppiare il suo percorso da iron man : “Mi alleno dalle 6 alle 8 ore al giorno e a dicembre prossimo, affronterò la traversata de La Manica a nuoto. Studio con impegno e ho una vita sociale”. Ha concluso il suo intervento, facendo riferimento alle Sacre Scritture. Ha dichiarato : “Voglio parlarvi della Parabola della Capra. Se volete fare una cosa, riuscirete a farla”.

In seguito, ha preso la parola la Prof.ssa Teresa Zampone, in rappresentanza del Coni e del Presidente Giovanni Malagò, del quale ha portato ringraziamenti e saluti : “Questa iniziativa è tesoro per il Coni e per il Miur – ha detto – l’inserimento della pratica sportiva nelle scuole – ha proseguito a spiegare – è stato uno dei punti cardini del programma elettorale di Malagò. Lo scopo è quello di creare atleti del futuro e dare valore sociale, che nasce direttamente dallo sport stesso”. Anche le parole di Riccardo Viola, sono andate a lambire quei valori che nascono dalla scuola e dalla pratica delle discipline sportive : “Lo sport e la scuola sono compagni di banco. Questo mi piace sottolineare e mi auguro che tra voi, possano nascere atleti importanti che possano diventare dei testimonial. Sia della cultura che dello sport”. Il Presidente di Coni Lazio, ha poi concluso : “Ringrazio tutti quelli che ci hanno creduto. Lo sport deve stare ai primi posti”.

Anche il Miur, tramite la presenza della Dott.ssa Catalani, ha voluto essere presente a questo convegno : “Vi porto i saluti del Prof. Mancuso – ha esordito, continuando – teniamo molto alla vostra attività e crediamo nel veicolo dell’attività sportiva. Vi auguriamo che questo progetto possa andare avanti ed avere una continuità”. Anche l’Ing. Monica Lucarelli, del Comitato Promotore Roma 2024, portando i saluti di Luca Pancalli e Luca Montezemolo, non ha voluto mancare di esprimere la sua soddisfazione, insieme a quella del Comitato stesso, nei confronti di questa iniziativa, facendo riferimento, soprattutto, al ruolo fondamentale delle famiglie: “Per i ragazzi è impegnativo riuscire a coniugare tutto – ha esordito – la presenza dei genitori è molto importante – e continuando a parlare, nel sottofondo degli applausi di molte mamme e papà presenti al convegno, ha continuato – con la candidatura di Roma, si vuole cogliere l’occasione di imprimere i valori dell’Olimpismo, su tutti gli aspetti della vita. Il primo progetto che avvieremo, lo faremo con questa scuola”. E mentre questa notizia importante, rimbombava in sala, ha concluso : “Auspico per un ottimo risultato comune”.
 
Si è parlato anche del benessere psico – fisico, che lo sport apporta agli individui e alla società civile. In questo modo, l’intervento del Dott. Alessio Nardini, della Segreteria del Ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin, ha sottolineato questo tema delicato : “Voglio fare riferimento a ciò che il Presidente Viola ha dichiarato, in precedenza e trasmettere il suo concetto al tema della salute. La scuola e lo sport devono stare allo stesso banco – ha detto –  lo sport è soprattutto prevenzione – e continuando, ha precisato – in Italia, la spesa sanitaria tocca il miliardo di euro”. Ha detto Nardini, portando anche il saluto del Ministro Lorenzin. Ha continuato, in seguito : “Siamo orgogliosi di essere qui presenti. Auguro a questi ragazzi un grande e buon lavoro. Lo dico anche come ex atleta delle Fiamme Gialle. Che siano forti nel fisico e nello spirito”.

Grande soddisfazione è giunta anche dal Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale, che ha voluto esprimere, in questo modo, il gradimento, nei confronti di una iniziativa, che porterà lo sport praticato, direttamente sui banchi di scuola. In questo modo, ha dunque esordito, Svetlana Celli : “Finalmente si parla di sport nelle scuole. Dobbiamo fare squadra in questo – ha sottolineato – dobbiamo ribaltare il pensiero che lo sport sia solo una spesa. Esso è un investimento. Allontana i ragazzi dalla strada. E’ la polizza assicurativa sulla salute – e facendo riferimento al X Municipio, ha concluso – la volontà è quella di dotare questo territorio, di tutti quei mezzi e strumenti necessari, per far usufruire di sport, i nostri ragazzi”.
 
Parole speciali, sono arrivate anche dall’Ing. Gianni Cara, dell’Università Internazionale per la Pace, dell’Onu, a Roma : “Il motivo per cui ho accettato questo invito, è  molto importante – ha sottolineato – in quanto nella nostra Università, istituiremo, dei master e dottorati di ricerca, nei confronti dello sport”. Il Comandante del I Nucleo Atleti, delle Fiamme Gialle, Luca Battella, portando i saluti del Col. Vincenzo Parrinello e del Comandante del Centro Sportivo di Castel Porziano, il Gen. Giorgio Bartoletti, ha parlato dei valori che trasmette lo sport : “Noi siamo a vostra disposizione – ha esordito e ha poi proseguito –  lo sport ha il potere di parlare il linguaggio dell’arcobaleno – ha detto con convinzione, continuando – elimina le barriere e le differenze sociali. Quando vincerete le gare, lo farete per i valori in cui credete”. Il Dott. Ciaralli, della MPS Italia, uno degli importanti enti di promozione sportivi italiani, ha detto : “Siamo a vostra disposizione, per qualsiasi iniziativa e progetti abbiate in mente”.

Gianluca Quadrana invece, salutando gli intervenuti al convegno e soprattutto i piccoli atleti della I E da parte sua e di quella del Presidente Nicola Zingaretti, ha fatto riferimento al sistema transalpino : “E’ interessante mutuare il sistema francese, portando lo sport nelle scuole, non solo dal lato prettamente pratico, ma anche da quello valoriale, che esso è in grado di trasmettere”. Il Delegato allo Sport e alla Scuola della Regione Lazio ha poi raccontato ai ragazzi, un breve episodio della sua vita passata, vissuta da sportivo : “Ho avuto un grande professore di educazione fisica. Durante una partita di basket – ha dichiarato – dissi una brutta cosa ad un avversario. Lui mi riprese e mi disse che se lo facevo nello sport, sarei stato tentato, di farlo anche nella vita – e concludendo, si è rivolto agli studenti e ai professori in sala – in questo modo, vi voglio ricordare, ciò che i nostri insegnanti, vi trasmetteranno a scuola. Valori positivi”.
 
Il convegno è stato chiuso, come arricchito e moderato, dal Dott. Maurizio Perazzolo, che con passione e impegno, ha organizzato questo evento, in sinergia con la Mozart. Salutando tutti gli intervenuti e ringraziando i piccoli studenti, come le loro famiglie ed insegnanti, ha fatto salire sul palco, questi ultimi, per tributare loro, il saluto meritevole della platea : “Noi vogliamo cose belle – ha detto e concludendo, ha sottolineato – questo è un miracolo della voglia di fare”.
E mentre i ragazzi della I E donavano la loro divisa sociale alla Preside Cristina Tonelli, che ha ringraziato tutti i presenti e ha parlato del grande impegno profuso, dalla scuola, per questo progetto importante, il sipario sulla presentazione di questo progetto, si è chiuso. Ed il desiderio di vivere e di respirare lo sport, a pieni polmoni, ha riempito i sorrisi e l’entusiasmo di tutti.

Di seguito, gli ospiti del convegno : On.le Svetlana Celli, Presidente della Commissione Sport Comune di Roma ; On.le Gianluca Quadrana, Consigliere Regione Lazio e Delegato Sport e Scuola ; Prof.ssa Teresa Zampone, Coni Nazionale ; Ing. Gianni Cara, Università Internazionale per la Pace, Onu ; Dr. Giampiero Mauretti, Presidente Comitato Regionale Fin ; Ing. Monica Lucarelli, Comitato Roma 2024 ; Dr. Marco Perissa, Presidente Opes ; Dr. Andrea Pellegrino, Presidente Agisco ; Dr. Riccardo Viola, Presidente Coni Lazio ; Dr. Alessio Nardini, Segreteria Ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin ; Dr. Luigi Ciaralli, rappresentanza MPS ; Dr. Fabio Morini ; Dr. Luca Battella, Comandante I Nuclei Atleti, Fiamme Gialle ; Andrea Talucci, atleta ed Iron Man.

Alessandra Giorgi

Più informazioni su