Seguici su

Cerca nel sito

Pastore: “Presentata un’interrogazione sull’attuale situazione del lungomare”

Il Consigliere: "Valorizzare il litorale è un impegno fondamentale per garantire un futuro all'offerta turistica di Sabaudia"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ritengo evidente affermare che la grande ricchezza naturalistica ed ovviamente economica di Sabaudia e’ rappresentata sicuramente dal suo litorale e dal suo mare. Oggi come oggi le nostre dune, la nostra spiaggia, il nostro mare ed il nostro clima rappresentano l’origine effettiva delle presenze turistiche e, mai come quest’anno, le favorevolissime condizioni climatiche ed un mare calmo e blu ci hanno regalato dati estremamente positivi. Festival, spettacoli, notti bianche e fuochi d’artificio sono solo momenti di intrattenimento per turisti attratti inconfutabilmente dal nostro litorale che offre un’ attrattiva eccezionale e che richiede per questo la necessità di interventi costanti per la sua conservazione, il suo mantenimento e, a mia opinione, per un miglioramento continuo delle strutture” – lo afferma in un comunicato il capogruppo consiliare Fi, Marcello Pastore.

“Preservare la bellezza naturale, garantire un esemplare fruibilità e rendere sempre più amabile il volto del litorale è un impegno fondamentale per garantire un futuro sempre più smagliante all’offerta turistica di Sabaudia – prosegue il comunicato -. In tale contesto, come cittadino e come consigliere, ritengo che mantenere le strutture presenti ad un elevato stato di efficienza ed in una forma ordinata ed elegante, debba essere un impegno persistente per la nostra amministrazione.
Oggi, la situazione della passerella pedonale è particolarmente fatiscente (sono presenti diverse rotture sulla parte calpestabile ed il corrimano in diversi punti risulta divelto ed assente). Sul lato opposto la presenza di paletti, installati diversi anni orsono per impedire la sosta di autoveicoli, rappresenta più un pericolo che un beneficio.
La duna su entrambi i lati avrebbe bisogno di una bonifica e pulizia con interventi a nostra cura e/o dei privati. Questo stato di fatto, oltre a rappresentare un danno d’immagine per la città, rende la fruizione da parte dei cittadini e dei visitatori oltre che poco gradevole anche particolarmente pericolosa”.

“Per quanto esposto – continua il Consigliere -, vengo ad interrogare sulle seguenti argomentazioni: che tempi di intervento si stimano per la sistemazione della struttura in parola? non si ritiene sia il caso pianificare interventi stagionali, con servizio ad hoc, per una zona che ha una valenza così elevata per l’accoglienza turistica ma soprattutto per una piacevole fruibilità da parte dei cittadini di Sabaudia?”.

“Si ritiene accettabile e condivisibile la mia proposta – conclude Pastore – di varare un apposito piano di arredo e mantenimento del lungomare ed in particolare del tratto compreso tra lo sbocco del ponte Giovanni XXIII ed il canale di Caterattino che preveda: l’adeguamento delle strutture stagionali ad uno standard esemplare di illuminazione ecosostenibile dell’intero tratto per favorire la fruibilità completa e garantire favore alle attività ricettive e ristorative operanti tutto l’anno; l’installazione sulle tre piazzole esistenti di almeno due piccole attività di ristoro per favorire una piacevole passeggiata; una serie di accorgimenti finalizzati a rendere il percorso più sicuro e accessibile a tutti, ivi compresa l’installazione di telecamere per la video sorveglianza e la misurazione dei tempi di percorrenza sull’intero tratto per i numerosi amatori delle attività sportive sul lungomare; lavori di mantenimento programmati non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello funzionale”

Più informazioni su