Seguici su

Cerca nel sito

Farmacisti in aiuto contro lo sfruttamento minorile a Malika

Dariol: “Sono state portate avanti iniziative importanti per bambini ed adolescenti coinvolti in attività nella discarica di Mbeubeuss"

Più informazioni su

Il Faro on line – Malika è un Comune del Senegal in cui vi sono situazioni di particolare degrado, anche per via della vicinanza con la discarica di Dakar che ‘costringe’ all’avviamento precoce al lavoro di centinaia di ragazzini. Nonostante i miglioramenti sul piano democratico e le buone prospettive in ambito economico verificatesi negli ultimi anni, il Senegal resta un paese povero. I tassi elevati di disoccupazione e di sottoccupazione sono i segni più evidenti della fragilità dell’economia senegalese, nel paese solo un lavoratore su 5 è impiegato a tempo pieno nel settore dell’economia formale, l’economia informale rappresenta quindi la maggior parte dell’occupazione non agricola e si accentua con il progredire dell’urbanizzazione.

Farmacisti in aiuto, grazie ad una sponsorizzazione dell’Azienda Loacker, ha collaborato insieme a Fratelli dell’Uomo e al Partner Intermondes al ‘Progetto Malika focalizzato sul sostegno alle imprese locali anche con l’erogazione di microcredito, e sull’allontanamento dei giovani dal lavoro minorile attraverso corsi professionalizzanti.
Mentre il primo ha favorito l’avvio di processi positivi che hanno coinvolto gruppi e persone vulnerabili, specialmente donne e giovani dando impulso alle attività economiche per la creazione e il rafforzamento delle micro-imprese, il secondo ha permesso di fornire la possibilità di un futuro alternativo agli impieghi nella discarica.

Gli obiettivi specifici del progetto erano i seguenti:
Mantenimento di 132 bambini e giovani provenienti da famiglie sfavorite a scuola o in apprendistato professionale.
Rafforzamento dell’accesso ai mezzi di produzione e dei redditi di 200 donne, 66 lavoratori di allevamenti di pollame, 90 allevatori di suini, 100 lavoratori ortofrutticoli, 100 “riciclatori” della discarica e di 100 artigiani locali.
Miglioramento delle competenze in gestione amministrativa, tecnica e finanziaria di 100 responsabili di micro-imprese.
Formazione di 30 membri del comitato di credito e di sorveglianza in gestione amministrativa e finanziaria.

“In questi tre anni – conclude Tullio Dariol Presidente dei Farmacisti in aiuto – sono state portate avanti iniziative importanti di sostegno scolastico e di formazione professionale per bambini ed adolescenti provenienti da famiglie povere coinvolte in attività ed impieghi nella discarica di Mbeubeuss. Parallelamente, si è promosso lo sviluppo locale e la crescita della micro-imprenditoria locale attraverso laboratori di formazione e un programma di micro-credito dai risultati ampliamente positivi. I rapporti informativi del partner locale e le testimonianze raccolte dimostrano i risultati positivi ottenuti dal progetto in termini di sviluppo locale e miglioramento delle condizioni di vita. Ora questo progetto si è chiuso, avendo completato il ciclo di studi dei ragazzi e avendo gettato le basi per una autonomia imprenditoriale che, se pur piccola, è di vitale importanza”.

Per avere maggiori informazioni su come sostenere Farmacisti in aiuto  è possibile visitare il sito web www.farmacistiinaiuto.org oppure la nostra pagina Facebook www.facebook.com/FarmacistiinaiutoOnlus o ancora scrivere a segreteria@farmacistiinaiuto.org o chiamare il 346-4360567.

Più informazioni su