Seguici su

Cerca nel sito

Aurigemma (Fi): “Sulla riforma Delrio, Zingaretti ascolti Bressa”

Il Capogruppo: "Impossibile discutere del futuro della Capitale senza un riferimento istituzionale"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Nei giorni scorsi avevamo espresso la necessità di bloccare la discussione sulla riforma Delrio, arrivata in commissione regionale, perché ritenevamo fondamentale attendere il nuovo sindaco di Roma, visto che queste delicate decisioni (sui futuri assetti istituzionali e amministrativi della Capitale) non sono di competenza del commissario, che svolge l’ordinaria amministrazione. Oggi alcune perplessità arrivano direttamente dal sottosegretario agli affari regionali Bressa, relatore della legge Delrio, che in un’intervista molto argomentata sul ruolo delle città metropolitane, afferma che per rimediare alle lacune della Delrio serva più tempo” – lo dichiara il capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

“Soprattutto, per quanto riguarda la legge elettorale per le principali città metropolitane, l’esponente di Governo (del pd) ritiene che ci sono aspetti che non possono essere risolti con un provvedimento da approvare in tempi così rapidi. Inoltre, alla domanda se il prefetto Tronca, anche per contigentare i tempi, disponga dei poteri per procedere alla ripartizione del comune capoluogo in zone dotate di autonomia amministrativa, lo stesso sottosegretario ha risposto di no, perché questa deve avvenire con deliberazione del consiglio comunale, che ad oggi è decaduto” – prosegue Aurigemma.

“Quindi, Zingaretti invece di andare incontro a eventuali forzature, commettendo i soliti errori, ascolti un rappresentante di Governo, tra l’altro del suo stesso partito, e sospenda la discussione della riforma Delrio in commissione regionale. Noi lo ripetiamo: al momento è impossibile discutere del futuro della capitale e delle altre province senza un riferimento istituzionale, votato ed eletto direttamente dai cittadini” – conclude il Capogruppo.

Più informazioni su