Seguici su

Cerca nel sito

Turismo, Il sindaco Pascucci: “Franceschini e Zingaretti smentiscono Tidei”

Il primo cittadino: "Il nostro Comune come esempio virtuoso"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Nell’intervista rilasciata a L’Ortica venerdi’ 6 novembre, con un tempismo molto poco azzeccato, Pietro Tidei (ex onorevole, ex sindaco) ha criticato fortemente il lavoro svolto dalla nostra Amministrazione sul tema del turismo e del rilancio del territorio. In sostanza ha detto che in questi anni non si è fatto niente. D’istinto avrei voluto rispondergli fornendo dati e numeri delle presenze turistiche negli ultimi tre anni, o ricordandogli che siamo stati ospiti in decine di convegni in tutta la Nazione (compreso, tra gli altri, un intervento all’Expò di Milano proprio nel Padiglione Italia)” – lo dichiara in una nota il Sindaco Alessio Pascucci.

“Siamo stati invitati per raccontare i nostri successi nella valorizzazione del Patrimonio perché siamo considerati un esempio virtuoso. Ma, nei fatti, la mia risposta non è servita. Sabato 7, proprio il giorno successivo alle dichiarazioni di Tidei, è stato direttamente il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini (e poi il Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti) a fornire una risposta chiara e inequivocabile con la decisione di lasciare a Cerveteri, per sempre, i due capolavori di Eufornio (caso unico nella storia italiana)” – prosegue il primo cittadino.

“A seguire, subito dopo, si è unita tutta la stampa nazionale. Riporto qui proprio per l’ex sindaco Pietro Tidei le parole del Ministro Dario Franceschini: “La presenza di questi due capolavori ha avuto effetti significativi sull’indotto turistico locale: nel solo 2014, grazie al rientro temporaneo del Cratere di Eufronio e della kylix, i visitatori del Museo Nazionale Cerite sono aumentati del 75%, mentre nei primi nove mesi del 2015 il totale dei visitatori del museo ha superato quello dell’intero 2014 – da gennaio a settembre sono stati 23.075 contro i 22.164 registrati tra gennaio e dicembre dell’anno scorso. Un effetto trainante che ha coinvolto anche la Necropoli della Banditaccia dove nei primi nove mesi di quest’anno il totale dei visitatori è stato di gran lunga superiore a quello dell’intero 2014 (69.255 ingressi da gennaio a settembre contro i 49.770 registrati da gennaio a dicembre dell’anno scorso)” – conclude il Sindaco.

Più informazioni su