Seguici su

Cerca nel sito

Contenziosi, Stefanelli: “Il Commissario invii la documentazione alla Corte dei Conti”

Il Candidato Sindaco: "Si potrebbe ravvisare un falso in bilancio doloso da parte dell'Amministrazione sul quale è bene che si faccia chiarezza"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Facciamo appello al Commissario Prefettizio affinche’ invii al piu’ presto alla Corte dei Conti tutta la documentazione inerente la situazione dei debiti fuori bilancio, riconosciuti dallo stesso Commissario, che ammontano a circa un milione e 200mila euro. In particolar modo, invitiamo il dott. Bruno Strati a inoltrare i documenti riguardanti la vicenda dell’Architetto Lucia Gallucci, che per l’ennesima volta è stata vittima di un atteggiamento persecutorio da parte del sindaco Paolo Graziano. Una vicenda che ricade, purtroppo, sui cittadini minturnesi che si troveranno a pagare i capricci del primo cittadino” – lo dichiara in una nota Gerardo Stefanelli candidato a Sindaco del Comune di Minturno.

“Per questo motivo – prosegue il comunicato – il Commissario deve dare corso al procedimento previsto per legge in modo tale che la Corte di Conti possa valutare di chi siano le reali responsabilità e far pagare il dovuto, evitando che gli errori dei politici ricadano ancora una volta sulla testa dei minturnesi. Inoltre, ci sono tanti altri debiti fuori bilancio, relativi a spese ricorrenti o prevedibili, e quindi questo fa capire che negli ultimi tre anni sono stati predisposti e approvati dei bilanci falsati perché sono state omesse volontariamente numerose spese di cui l’amministrazione era già a conoscenza e che ha omesso di pagare proprio per riuscire a chiudere in pareggio i conti dei bilanci”.

“Quindi – continua Stefanelli – si potrebbe ravvisare anche un falso in bilancio doloso da parte sia dell’amministrazione sia di alcuni responsabili di servizio, sul quale è bene che si faccia chiarezza. Ci auguriamo, infine, che il Commissario possa stimolare il rispetto della legge circa il rispetto della rotazione delle ditte e dei professionisti a cui vengono affidati gli incarichi. Vorrei ricordare che sono diversi anni che non si procede al rinnovo dell’elenco da cui attingere i nomi di professionisti e imprese per l’affidamento degli incarichi attraverso le procedure negoziate”.

“Un rinnovo che dovrebbe essere annuale. Questo rappresenta un ‘vulnus’ al principio della concorrenza e della pari dignità di professionisti e ditte che devono avere le stesse possibilità di partecipare all’affidamento degli incarichi da parte del Comune di Minturno” – conclude Stefanelli. 

Più informazioni su