Seguici su

Cerca nel sito

M5S: “Montino rischia di compromette la Riserva del Litorale”

Velli: "Piantare alberi al Bambin Gesù di Palidoro infrange il divieto di manomettere la Riserva del Litorale"

Più informazioni su

Il Faro on line – “La Giornata Nazionale degli Alberi nasce con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo mondiale ed italiano, al fine di tutelare la biodiversita’, contrastare i cambiamenti climatici e prevenire il dissesto idrogeologico. Valorizzare l’ambiente, il patrimonio arboreo e boschivo e le tradizioni legate all’albero nella cultura italiana, utilizzando risorse umane, strumentali e finanziarie già disponibili, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Il 21 novembre di ogni anno durante questa Giornata, gli studenti delle scuole, in collaborazione con Comuni, Regioni e Corpo Forestale dello Stato, piantano in aree pubbliche piantine di varie specie. Anche il Comune di Fiumicino ha aderito a questa lodevole iniziativa di carattere sociale ed ambientale, ma la decisione di piantare nuovi alberi in zone comprese nella Riserva del Litorale lascia perplessi, in quanto si tratta di aree che meritano una particolare attenzione botanica e burocratica trattandosi di ecosistemi particolarmente delicati e preziosi” – lo spiega in un comunicato Fabiola Velli, portavoce del M5S.

“Il Comune di Fiumicino – prosegue la nota – comprende numerose zone ad alto indice di degrado nelle quali non vi sono vincoli di alcun genere e dove un gesto di attenzione ambientale e paesaggistica come quello del 21 novembre sarebbe necessario, urgente e molto apprezzato dalla cittadinanza. Scuole, piazze, giardini pubblici e centri anziani sono luoghi ideali dove piantare alberi e piante, mentre le zone di Villa Guglielmi e Bambino Gesù di Palidoro, indicate dal Comune quali luoghi scelti per l’iniziativa, sono zone da tutelare in cui l’inserimento frettoloso di nuove piante senza avere prima valutato e studiato attentamente le conseguenze per l’equilibrio ambientale, costituisce una possibile minaccia per la salvaguardia dell’ecosistema preesistente. Purtroppo sono ancora visibili ovunque i danni causati dal cosiddetto “punteruolo rosso”, che ha sterminato le palme nostrane grazie all’importazione dall’Africa di alberi gia’ infestati dal parassita”.

“L’area in cui si trova l’Ospedale Bambino Gesu’ di Palidoro – prosegue la Velli – si trova dentro il perimetro della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, ed è caratterizzata da un sistema vario ed eterogeneo fatto di dune costiere, boschi e vegetazione sempreverde e zone umide notevoli che costituiscono l’habitat di numerose specie animali tutelate da diverse direttive europee. Inoltre il decreto ministeriale istitutivo della Riserva del Litorale vieta l’introduzione di specie estranee, vegetali o animali, che possono alterare l’equilibrio naturale e la manomissione della macchia mediterranea. Si deve inoltre ricordare che nella documentazione ufficiale rilasciate dal Comune di Fiumicino e Soprintendenze all’Ospedale Bambino Gesù di Palidoro per le autorizzazioni edilizia, viene specificata la richiesta di piantumazioni arboree a cura dell’Ospedale stesso”.

“Ad oggi pero’ tali piantumazioni non sono ancora state eseguite dalla committenza né tantomeno sottoposte a verifica da parte del Comune di Fiumicino che è l’Ente Gestore della Riserva. Questi fatti ed il rilevante valore naturalistico ed ecologico di quel che resta degli ecosistemi alla foce del Tevere che costituiscono insieme ai terreni dell’agro romano un unico e fragile ecosistema da salvaguardare nella sua integrita’, hanno portato diverse associazioni ambientaliste a chiedere al Sindaco Montino di non intervenire nelle zone di Riserva (soprattutto al Bambino Gesù di Palidoro), ma di procedere con la piantumazione di alberi in altri luoghi di questo nostro grande Comune” conclude la Velli.

Più informazioni su