Seguici su

Cerca nel sito

Violenza contro le donne: tavola rotonda al centro di documentazione Angiolo Mazzoni

Gelardi: "Parlarne, scrivere, raccontare le storie, trovarsi numerosi insieme, donne e uomini, è un passo importante per capire"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il prossimo 28 novembre alle ore 17.00, presso il Centro di Documentazione Angiolo Mazzoni, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, l’Assessorato alla Cultura Turismo e Spettacolo del Comune di Sabaudia, dara’ un segnale di partecipazione ad un argomento purtroppo ancora cosi’ attuale, che rappresenta la violazione dei diritti umani piu’ diffusa nel mondo.

Il 25 novembre del 1960, le sorelle Mirabal, trovarono la morte, pugnalate e strangolate in un campo di canna da zucchero, colpevoli di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni. Per perpetuare il ricordo del loro sacrificio, in quella data fu ufficializzata la Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza contro le Donne.

L’Assessore Marilena Gelardi, da sempre sensibile all’argomento e contro tutto ciò che possa mettere la donna su un piano di discriminazione in qualsiasi ambito, ha fortemente voluto l’organizzazione di una conferenza/tavola rotonda sul tema, prendendo spunto dal libro “Giu’ le mani dalle donne” di Alessia Sorgato, Avvocato penalista, riferimento di diversi centri antiviolenza, sportelli anti-stalking e onlus dedite alla protezione di donne e bambini. Oltre all’autrice del libro, saranno presenti il Primo Dirigente della Polizia di Stato – Divisione Anticrimine, Rita Cascella, nonché Silvia Lovergine ed Emilio Agnano, rispettivamente Presidente e Vicepresidente dell’Associazione “Annamaria Tarantino”, fondata nel 2011 per ricordare la giornalista scomparsa e a favore di tutte le donne vittime di violenze.

“Parlarne, scrivere, raccontare le storie, trovarsi numerosi in questo sabato di fine novembre – asserisce l’Assessore Gelardi – muoversi insieme, donne e uomini, è un passo importante per capire. E capirci qualcosa aiuta noi a superare quel senso di commossa estraneità che ci prende davanti ai fatti di cronaca e aiuta magari le vittime, almeno alcune tra loro, a scuotersi e salvarsi in tempo”.

E allora parliamone insieme sabato 28 novembre alle 17,00. Tutta la comunità femminile, ma anche quella maschile, è invitata all’evento per tenere alta l’attenzione su uno dei delitti più aberranti, perché ogni giorno in Italia viene colpita da atti di violenza fisica, verbale e psicologica una donna ogni 12 secondi.

Più informazioni su