Seguici su

Cerca nel sito

Iotti: “Con ‘Coni ragazzi’ i giovani Rutuli possono fare sport”

Una iniziativa del Comitato olimpico per permettere lo svolgimento gratuito di attività sportive per bambini e ragazzi tra i 5 e i 13 anni

Più informazioni su

Il Faro on line – Fino a martedì 1 dicembre l’ufficio servizi sociali del Comune di Ardea potra’ ricevere le richieste delle famiglie per “Coni ragazzi”, una iniziativa del Comitato olimpico per permettere lo svolgimento gratuito di attività sportive per bambini e ragazzi tra i 5 e i 13 anni. “Ho incontrato nei giorni scorsi il nuovo delegato regionale del Coni, Cristina Chiuso, ed è stata concessa una proroga per consentire anche a realtà come Ardea di poter partecipare”, ha spiegato l’assessore alle Politiche sociali Riccardo Iotti.

Il progetto prevede l’erogazione del servizio di attività sportiva pomeridiana per famiglie residenti, attraverso le associazioni o le società sportive dilettantistiche presenti sul territorio e che già hanno aderito all’iniziativa. Si tratterà di due ore a settimana per 23 settimane. I bimbi dai 5 agli 8 anni faranno attività motoria di base, mentre quelli dai 9 ai 13 anni faranno attività polivalenti, pre-sportive e attività sportive. Gli obiettivi – si legge nel bando – sono quelli di incoraggiare i bambini a svolgere attività fisica facilitando il processo di crescita sana dei piccoli dal punto di vista logico, motorio e relazionale, aiutandoli ad acquisire consapevolezza delle proprie potenzialità e della personalità individuale; promuovere l’acquisizione di stili di vita corretti e salutari contrastando l’obesità infantile e le cattive abitudini alimentari; promuovere i valori educativi dello sport come lo spirito di gruppo, l’inclusione sociale e la valorizzazione delle differenze; supportare le famiglie che per le difficili condizioni economiche in cui versano non potrebbero sostenere i costi dell’attività sportiva extrascolastica.

“Ringrazio la nuova delegata regionale Coni per la disponibilità dimostrata a lavorare su Ardea – ha spiegato Iotti – Le ho illustrato le necessità maggiori per la città, sotto un punto di vista di realtà sportive, parlandole però anche della presenza di un profondo tessuto di associazioni sportive che da anni lavora sul territorio”. Per informazioni per la partecipazione al bando “Coni Ragazzi” è possibile chiedere all’Ufficio servizi sociali del Comune.

Più informazioni su