Seguici su

Cerca nel sito

Bilanco: botta e risposta tra minoranza e giunta su alcune procedure

Il sindaco Faiola: “La delibera sulla variazione del bilancio è legittima e non c’è nulla di cui preoccuparsi”

Più informazioni su

Il Faro on line – “La delibera sulla variazione del bilancio e’ legittima e non c’e’ nulla di cui preoccuparsi” – lo sostiene il sindaco di Sperlonga Francesco Faiola nella seduta del consiglio comunale e lo ribadisce l’assessore all’ambiente facendo mettere tutto a verbale. Dall’opposizione durante l’assise si era levata la protesta circa la presunta illegittimita’ della delibera n. 98 del 13/11/2015 e che riguarda la variazione al Bilancio di previsione finanziario 2015/2017.

La contestazione ha riguardato in particolare presunte irregolarità nelle modalità di pubblicazione della delibera che avrebbe avuto addirittura il difetto di essere stata approvata senza il numero legale di presenti. Chiamato in causa il segretario comunale ha confermato non solo la legittimità della delibera con la presenza del numero legale, ma anche la correttezza nel presiedere la seduta da parte  dell’assessore su delega verbale del sindaco, in quel momento impegnato in provincia in una seduta dell’Ato 4.

“Ho autorizzato direttamente l’assessore a presiedere in quanto non avrei fatto in tempo a tornare in Comune” – ha dichiarato Faiola. La ratifica della delibera n. 98 è stata comunque rinviata con i voti dell’intero consiglio proprio per consentire la corretta pubblicazione ed il rispetto dei tempi. Altro punto importante è stato quello riguardante l’assestamento generale di bilancio esercizio 2015. Una “manovra” che ammonta complessivamente a Euro 361.923,34. In sintesi, l’ampia relazione del sindaco vede le previsioni dell’Imu diminuire di Euro 40.000, dato tratto sulla base dell’andamento delle riscossioni in acconto. Avendo previsto un totale di Euro 990.000,00 e tenuto conto quindi anche della quota che verrà trattenuta dallo Stato, l’incasso ad oggi è pari a Euro  550.000,00.Per quanto riguarda la Tasi, sulla base delle aliquote applicate per il 2015 la stima prevista è di Euro 550.000,00, con un incremento di 40.000 Euro.

A questo va ad aggiungersi una ulteriore riduzione dei contributi statali per sviluppo ed investimenti pari a circa 12 mila euro. Scendono anche i contributi Regionali in particolare per i settori del sociale, dell’assistenza ai minori e dell’assistenza scolastica. Per la raccolta differenziata invece è stato inserito un contributo Provinciale di Euro 349.620,00 (tra parte corrente e parte capitale) a finanziamento del servizio.Per quanto riguarda le sanzioni al codice della strada rispetto alla previsionale di Euro 482.132,40, con l’assestamento il netto ammonta ora  a Euro 688.857,28, con un fondo di ben Euro 171.142,72. Discorso inverso invece per gli introiti derivanti dalla sosta a pagamento, settore per il quale è stata accertata una cospicua riduzione a causa dei sequestri avvenuti la scorsa estate: -255 mila euro lordi a fronte di un importo previsto di 610 mila euro lordi (620 mila euro nel 2014), e questo nonostante una percentuale riconosciuta al comune maggiore rispetto alla gara precedente.

Ulteriori maggiori entrate invece arrivano dalle concessioni edilizie, riferite al Cap.4035 che si assestano a 105 mila euro rispetto ai 50 mila euro precedenti. Ad oggi risultano incassati già Euro 93.902,65. Infine in assestamento è stato applicato l’Avanzo di Amministrazione per spese di investimento pari a 53 mila euro, destinati al Cap. 3180  “uscite per l’edilizia scolastica”. Al termine dell’intervento del sindaco Faiola, il consigliere di opposizione, Di Fazio ha ancora una volta contestato la presenza in bilancio della voce riguardante il finanziamento per il parcheggio dell’area di Bazzano, oltre all’altro finanziamento relativo al  centro storico.  

“Questa voce di bilancio rimane dov’è – ha risposto il sindaco Faiola –  in quanto ci sono ancora diversi contenziosi legali in corso, l’ultimo dei quali, tra l’altro, ha visto la Cassazione, in data 30 ottobre, emettere una sentenza dove si dice chiaramente che gli atti relativi all’esproprio  portati avanti dal comune di Sperlonga riguardo il caso Bazzano sono tutti regolari”. 

E poi, ha aggiunto: “In ogni caso la realizzazione dell’opera certamente si farà, con o senza finanziamento pubblico. E’ chiaro che noi tutti ci auspichiamo che venga realizzato con i finanziamenti pubblici e quest’auspicio spero sia condiviso da tutti, minoranza compresa”. L’assise ha poi ratificato la convenzione per lo svolgimento in forma associata delle funzioni di segreteria comunale tra il Comune di Sperlonga ed il Comune di San Giovani Incarico. Questo permetterà al Comune di Sperlonga di ridurre ed ottimizzare il costo del personale. Ratificata anche la convenzione per la gestione associata dei servizi sociali del distretto Fondi-Terracina. 

Altri punti all’ordine del giorno, la presa d’atto della delibera del comune di Fondi a firma del sindaco De Meo, con la relativa richiesta circa l’ingresso nella Cuc (Centrale Unica di Committenza) già costituita dal comune di  Sperlonga insieme ai comuni di Monte San Biagio, Campodimele e Ventotene. E’ stato poi approvato il Patto dei sindaci per le operazioni di efficientamento energetico ed il rinvio al 2017 dell’armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.lg n. 118/2011. 

Più informazioni su