Seguici su

Cerca nel sito

Degrado, Giannino: “Quanto ancora dovremo sopportare?”

Il Responsabile di Forza Nuova: "L'intervento di pulizia straordinaria del locale comunale sito nel parcheggio della stazione ci ha lasciati senza parole"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Vedendo i giornali dei giorni scorsi siamo rimasti di nuovo sbalorditi” – dichiara Mirko Giannino responsabile locale di Forza Nuova – “l’intervento di pulizia straordinaria del locale comunale sito nel parcheggio della stazione ci ha lasciati senza parole. All’inizio della scorsa settimana una task force di operai di citta’ pulita e’ stata inviata al parcheggio della stazione ferroviaria di fronte a Torre Europa, dove sono presenti dei locali comunali, per ripulirne uno nel quale la sporcizia arrivava oltre l’altezza delle finestre; questi eroi, perché solo così si possono definire, per tre giorni, e ripeto tre giorni, sono stati impegnati a rimuovere quintali di sporcizia accumulata nel tempo dai barboni che per lungo periodo hanno bivaccato all’interno della piccola palazzina”

“Una volta finita la pulizia – continua Giannino – il locale verrà murato in modo da impedire che si riduca nuovamente in quelle condizioni di zozzume e abbandono. Facciamo notare e/o rimembrare che a fianco del locale ripulito vi è un’altra palazzina di alcuni piani dove, ad oggi, trovano dimora alcune famiglie di zingari, e mentre l’emergenza abitativa è arrivata al massimo livello in città, questi sono comodamente sistemati senza nulla dovere o pagare, e il paradosso è che gli occupanti sono gli stessi che furono cacciati non molto tempo fa dall’ex carcere di via granari. Quanto è costata ai cittadini questa pulizia per un locale che verrà abbandonato? Quanto tempo passerà prima che riducano la palazzina nello stato in cui versava quella adiacente? Perché il comune non sgombra questi abusivi come ha fatto con le famiglie italiane che per mesi hanno manifestato a piazza Guglielmotti? Davvero le strutture non possono essere ristrutturate e messe in uso per i civitavechiesi?”

“La stessa pulizia potrà essere fatta alla cozzeria del parco della resistenza, alla sottostazione, alla polveriera e a tutti quei locali che gli zingari e barboni riducono una latrina? Quanto dovremo sopportare questo degrado, tra barboni che si ubriacano ogni giorno e zingari che rovesciano a terra i rifiuti dei cassonetti e degli abiti usati? Per quanto dovranno restare i parcheggiatori abusivi e per quanto i civitavecchiesi dovranno aver paura per le proprie auto? Quanti negozi regolari dovranno chiudere prima che si agisca concretamente contro le decine e decine di commercianti abusivi? Queste sono solo alcune domande che ci poniamo, e come noi molti civitavecchiesi” – conclude Giannino.

Più informazioni su