Seguici su

Cerca nel sito

26^ “Best Woman”: domenica la corsa dedicata alle donne

L'assessore Calicchio: "Per me, assistere a questa gara, rappresenta sempre una grande emozione"

Più informazioni su

Il Faro on line . La 26^ edizione della “Best Woman”, gara podistica di 10 chilometri organizzata dall’Atletica Villa Guglielmi, si svolgera’ domenica 6 dicembre a Fiumicino. Alle 10, da via Bezzi, si attendono 2500 partecipanti, tra i quali oltre 550 donne, che chiuderanno la prova sulla pista di atletica dello Stadio Vincenzo Cetorelli. La Best Woman e’ una delle corse su strada con la più alta percentuale di donne partecipanti nel panorama nazionale ed è l’unica che mette in palio premi più alti per le donne rispetto agli uomini. Inoltre è conosciuta e apprezzata dai runners per il percorso, pianeggiante e veloce, e affascinante con il doppio attraversamento della Fossa Traianea e i passaggi sul Lungomare della Salute e al fianco della Necropoli di via della Scafa.

“Per me assistere a questa gara – dichiara l’assessore Calicchio -, a cui sono particolarmente affezionato, rappresenta sempre una grande emozione. Ci sarà qualche ripercussione sul traffico di Isola Sacra e Fiumicino, è inevitabile, ma spero vivamente che i nostri concittadini dimostrino un po’ di pazienza verso qualche piccolo disagio limitato al tempo di svolgimento di una competizione che dà lustro alla Città di Fiumicino”. 

Per quanto riguarda la gara tecnica, la favorita della vigilia a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro, ricco di nomi eccellenti di azzurre di oggi e del passato, è la primatista italiana dei 2000 siepi Giulia Martinelli. Atleta della Forestale che cercherà di togliere lo scettro a Margherita Magnani, vincitrice della passata edizione, assente stavolta perché impegnata in un raduno federale. La principale avversaria sulla carta sarà Federica Proietti, atleta della stessa società per la quale gareggiava Stefano Baldini, che poche settimane fa ha esordito in maratona a Valencia chiudendo in 2:52. In campo maschile, invece, la sfida sarà tra i due keniani già vincitori della Best Woman in passato Erastus Chirchir ed Ezechiel Meli, i marocchini Laalami Cherkouai e Mohamed Ajjy, quest’ultimo con un personale in maratona di 2:15, il ruandese Jan Baptiste Simukeka e il giovane atleta italiano Luca Parisi, pronto a raccogliere la sfida degli atleti africani.

Best Woman è anche solidarietà con la partnership stretta con l’associazione O Viveiro e il Progetto Purosangue. A ogni partecipante donna e agli ultimi 400 uomini classificati sarà regalato il libro “Il Villaggio che Corre” di Lorenza Ramponi, che racconta la storia della passione comune per lo sport che unisce Italia e Mozambico.
Inoltre 1.000,00 euro saranno donate alle due associazioni che a Chitima aiutano tanti bambini a fare sport, inclusa Tamare, una dodicenne che è già una promessa internazionale della corsa.

Per tutte le informazioni www.bestwoman.it. 

Più informazioni su