Seguici su

Cerca nel sito

Una Latina rimaneggiata non passa a Barcellona

Coach Gramenzi: "Abbiamo sbagliato molto a inizio terzo quarto, sono stati vani i successivi tentativi di riavvicinamento"

Più informazioni su

Il Faro on line – Latina in emergenza non riesce nell’impresa di espugnare Barcellona, una partita difficile, che la Benacquista Assicurazioni Latina Basket ha affrontato in condizioni di emergenza per via degli infortuni che non le hanno consentito di presentarsi al PalaAlberti al completo e nelle condizioni migliori. Non e’ bastata la grande intensità vista sul campo da parte di Capitan Tavernelli e compagni, che, mai domi, hanno continuato a lottare strenuamente fino al termine della gara. Latina si e’ dovuta arrendere a Barcellona con il risultato finale di 91-75, anche troppo severo per i nerazzurri. “L’approccio alla gara, nelle fasi iniziali, è stato buono. Abbiamo commesso diversi errori, questo è evidente, anche se tutto sommato i rimbalzi conquistati in attacco sono stati abbastanza equilibrati, mentre Barcellona in difesa ne ha presi molti di più, ma è logico, viste le nostre percentuali che sono state molto più basse, abbiamo sbagliato di più al tiro, mentre i nostri avversari hanno realizzato più canestri” – ha dichiarato il coach Francdo Gramenzi a fine gara.

“Noi – prosegue il tecnico – abbiamo commesso tanti errori molto all’inizio del terzo quarto ed è li che Barcellona ha messo in banca il match. Abbiamo provato a riavvicinarci per due volte, riportandoci anche a -4, poi, però abbiamo sbagliato e commesso errori.  Il discorso sotto canestro apre tante valutazioni, anche in ordine di contatti, di situazioni di penetrazione, ma lasciamo stare questo argomento, noi guardiamo quello che abbiamo sbagliato, certamente non intendiamo abbatterci, sappiamo qual è in nostro obiettivo e continueremo a lavorare per migliorare e per evitare di commettere nuovamente gli stessi errori.  Difensivametne soffriamo alcuni aspetti e alcuni singoli, ma la verità è che ci sono tante situazioni da verificare e tante cose che non hanno funzionato, ma questo è evidente considerando che abbiamo incassato 90 punti. E’ pur vero, però, che tante volte prendere così tanti punti, può dipendere da tante situazioni, da ciò che è accaduto in campo nei precedenti due quarti, dal ritmo della gara, ma sicuramente anche dagli errori commessi”.

I giochi si aprono con il canestro di Mei, al quale risponde Centanni (2-2 al 1′). Ritmo subito vivace sul parquet del PalaAlberti, dove il pubblico sostiene con entusiasmo la propria squadra, ma Latina non si lascia intimorire (5-8 al 2′). I padroni di casa recuperano e effettuano il sorpasso, ma la Benacquista reagisce prontamente (9-11 al 4′). Si segna a ripetizione su entrambi i fronti e dopo i primi cinque giri di lancette, i giallorossi sono nuovamente avanti (12-11). Alcune conclusioni sfortunate per Latina e i locali ne approfittano per incrementare il vantaggio (15-11 al 7′). La Benacquista rimane concentrata e all’8′ torna in vantaggio (15-16). Aver esaurito il bonus già dal settimo minuto penalizza i nerazzurri e Barcellona mette nuovamente la testa avanti, proprio grazie a due liberi (17-16 a 1:22″). Scorre il cronometro e, a fil di sirena, Stanback realizza il canestro del nuovo vantaggio pontino con cui si conclude il primo quarto: 19-20.

In avvio di secondo periodo Barcellona realizza un minibreak di 4-0 (23-20 all’11’) ma la tripla di Pastore e i successivi 4 punti di Tagliabue consentono a Latina di ribaltare nuovamente la situazione (25-26 al 13′). Coach Gramenzi prova a schierare Veccia, non ancora in perfetta forma, perchè reduce da un infortunio, per dare qualche minuto di fiato a capitan Tarvenelli. Barcellona deve rinunciare a Migliori, costretto a tornare in panchina perchè anche lui non ancora forma ottimale, ma riesce comunque a guagnare un vantaggio di 4 lunghezze (30-26 al 17′) ma è ancora Tagliabue a risollevare le sorti dei nerazzurri (30-28 al 16′). Coach Bartocci chiama time-out e al rientro sul parquet i siciliani mettono a segno la tripla del +5 (33-28). La Benacquista risponde con un bel canestro di Mei, scaturito da un recupero di palla di Tagliabue (33-30 al 18′). E’ ancora Mei, rispondendo al canestro di Loubeau, a trascinare i nerazzurri realizzando ulteriori 4 punti consecutivi (35-34 al 19′). Smith per i barcellonesi centra la retina per il 37-34 a meno di un minuto dalla sirena, punteggio sul quale si va negli spogliatoi al termine del secondo quarto.

Al rientro dal riposo lungo, la Benacquista realizza il primo canestro per il -1 (37-36) ma Barcellona ha un’imponente e immediata reazione, piazzando un break di 6-0 (43-36 al 22′). Incrementa ulteriormente il divario la formazione di casa con i due liberi messi a segno da Loubeau (45-36 al 23′) Gli ospiti provano a scuotersi  con i primi due punti di Ihedioha e la tripla di Nicola Mei (45-41 al 24′). Botta e risposta di canestri e al 25′ il tabellone segna 50-45 in favore dei barcellonesi, che aumentano il divario grazie ai liberi di Fallucca e al tiro in sospensione di Loubeau (54-45 al 26′). I nerazzurri non demordono e trovano ancora la via del canestro con Stanback e Pastore (54-50 al 27′). Il ritmo della gara è molto elevato, Barcellona prova ad allungare, Latina tenta di restare in scia (57-52 al 28′). I quattro punti consecutivi di Fallucca portano i locali sul +9 (61-52) Mosley e Pastore riducono lo svantaggio dalla lunetta (61-54 al 29′) ma Loubeau con il suo diciottesimo punto personale fissa il punteggio sul 63-54 con cui si conclude il terzo quarto.

In avvio di ultima frazione sono le triple a dettare le regole del gioco: la prima di Pastore, le altre tutte firmate Barcellona e al 32′ il punteggio è sul 72-57 in favore dei padroni di casa. Prova a ridurre le distanze la Benacquista con Tavernelli e Ihedioha (72-61 al 33′) ma per Barcellona Maccaferri trova dei canestri preziosi, che permettono ai giallorossi di incrementare il vantaggio e condurre di 16 lunghezze al 35′ (77-61). I nerazzurri stringono i denti e con Capitan Tavernelli e William Mosley provano a recuperare parte del divario (77-65 a 3:52′ dalla sirena). Scorre il tempo: Barcellona continua a essere precisa dalla lunetta, Latina risponde con la tripla di Stanback e i liberi di Mosley (81-70 a 1:45” dal termine).

I canestri di Loubeau e Cefarelli a meno di un minuto al termine sono devastanti per gli incessanti tentativi di recupero dei nerazzurri (86-70 a 32”). Il capitano della Benacquista non demorde fino all’ultimo istante, ma la tripla a fil di sirena di Smith decreta il risultato finale di 91-75 in favore del Basket Barcellona.

Più informazioni su