Seguici su

Cerca nel sito

Nella Silver, le Stelle Marine tornano a brillare con Basket Serapo

Una gara tosta e combattuta, fino all'ultimo secondo, per i ragazzi di Pasquinelli. Decisivi, gli innesti dei giovani del vivaio

Più informazioni su

Il Faro on line – Le Stelle riprendono il cammino con una vittoria casalinga contro un tenace Basket Serapo per 72 – 61. La gara vede sempre le Stelle che conducono il punteggio, sia pur di poco, con gli ospiti che si tengono incollati (parziali 24 – 19; 40 – 37 e 53 -49). Lo strappo decisivo e’ operato all inizio dell ultimo periodo, dai ragazzi di coach Pasquinelli, che allungano e chiudono con tranquillità, sul 72 – 61. La disamina del match per le Stelle porta in dote, oltre al successo, una ritrovata attenzione e spirito di sacrificio: difatti, la squadra ha risposto abbastanza bene alle concomitanti pesanti assenze, cui si e’ aggiunto un Cristofari a mezzo servizio nel secondo tempo, a causa di un infortunio di gioco, che ne ha limitato l’apporto.

Alla mancanza sul piano tecnico ed all’intermittenza del gioco, verificatisi in alcuni momenti, si è sopperito con l’abnegazione e la voglia di vincere. Si segnala l’esordio del giovane Cascio Carlos. Il prossimo impegno, per il quale si spera di recuperare qualche uomo, vedrà le Stelle affrontare, a Roma, il Basket Tevere.

Tabellino: Amantini 16, Battisti 5, Cardi 4, Cascio, Cristofari 11, Ciniglio 6, Giuntella, Maiello, Porcaro 9, Troiani 21.
Fonte : Stelle Marine Ostia

Le interviste de Il Faro on Line :

Roberto Pasquinelli : “Oggi eravamo in condizioni molto difficili – spiega l’allenatore della prima squadra maschile, a bordo parquet – perché mancavano cinque atleti, come Lanfaloni, Pappalardo, Centolani, Bogunovich e Zanchelli – precisa e continua – quindi, avevo chiesto comunque alla squadra, una prova. La cosa importante era chi giocava, avevo detto”. Spiegando l’andamento della partita con la Basket Serapo, aggiunge : “Avremmo fatto sicuramente una buona prestazione. I risultati sono figli delle prestazioni”.

Il punteggio finale, di 72 a 61, ha confermato poi, le previsioni di coach Pasquinelli, che racconta come il quintetto lidense, sia giunto, a questo incontro, sotto le luci del Pala Assobalneari : “Venivamo purtroppo, da quella partita sciagurata con Grottaferrata – dice e continua – dove al terzo e al quarto tempo, ci siamo squagliati. E’ stata una prestazione pessima – spiega, chiarendo – abbiamo lavorato, un po’ di più. Abbiamo avuto problemi fisici, però la squadra ha reagito bene”. Descrivendo, il gioco delle Stelle, dichiara : “Abbiamo avuto, anche oggi, tanti passaggi a vuoto, ma tutti erano concentrati, hanno lavorato e si è visto. Avevo chiesto un impegno maggiore e l’hanno espresso”. Non può che essere soddisfatto, Roberto Pasquinelli, che sempre dai suoi ragazzi, sa che può ottenere, impegno e voglia di vincere.

In questo caso, è in crescita, anche il settore giovanile, a cui, la prima squadra può fare riferimento, se necessario : “Sono contento, che c’erano anche tre giovani – dice, precisando – Massimiliano Cardi, tra loro, aveva già giocato altre volte – dichiara, parlando anche degli altri giovani innesti della serata – Giuntella, in questa stagione era alla prima convocazione. Ha giocato anche lo scorso anno – continua a dichiarare Pasquinelli – mentre abbiamo voluto premiare Carlos Cascio del ’99, per come sta lavorando”.

Descrivendo, il lavoro che lo staff tecnico sta facendo, nei confronti del vivaio biancoverde, aggiunge : “Stiamo lavorando molto con il settore giovanile. Oggi – sottolinea – che c’era la possibilità, abbiamo dato spazio a tutti. E’ bello constatare – continua – come si veda la felicità negli occhi, quando un atleta giovane, viene convocato, per la prima volta. I ragazzi sono stati tutti contenti, anche quelli della prima squadra”. Si allenano tutti insieme, sul parquet di Regina Pacis, i giocatori delle Stelle Marine e quindi, hanno imparato a conoscersi e ad apprezzare caratteristiche e qualità. Questo contesto è poi fondamentale, quando si arriva in partita, dove giovani e veterani, devono unirsi insieme, per raggiungere il risultato.

Dichiara Pasquinelli : “Sono contento per quello – dice e continua – il risultato era importante per i ragazzi, dopo la brutta figura che abbiamo fatto tutti insieme contro Grottaferrata – racconta, il coach lidense, aggiungendo – adesso dobbiamo solo cercare di recuperare gli assenti” Tra di essi, come lui stesso chiarisce, rientrerà sicuramente solo Bogunovich, impegnato in trasferta a Bruxelles, con la Nazionale Militare, nel Torneo di basket dello Shape. Gli altri giocatori sono in fase di rientro : “Li dobbiamo recuperare – dice Pasquinelli – Lanfaloni tornerà dopo le feste – precisa – e speriamo che, Pappalardo possa rientrare nell’immediato, per queste ultime partite, dell’anno”.

Marco Cristofari : “Oggi è stata una partita che sapevamo difficile – dichiara a margine dell’incontro, con Basket Serapo – l’ultima sconfitta in casa – sottolinea – ci aveva un po’ bloccato. Le assenze sembravano pesare sulla prestazione – dice, continuando – invece, quando indossiamo questa maglietta delle Stelle Marine, chiunque ci giochi – precisa – sa che, deve dare tutto”. Cristofari, facendo riferimento ai giovani innesti, spiega : “Oggi sono entrati i ragazzi del ’98 ed hanno dato il cuore. Hanno fatto una gran partita. Sono contento. Sicuramente – dichiara – possiamo dare tanto, quando ricominceranno a rientrare gli infortunati. Queste sono le Stelle Marine”. E’ stata una gara sofferta, per il giocatore biancoverde. Lo spiega in questo modo, facendo riferimento ad alcuni scontri fisiologici, avuti sul parquet :”Gli infortuni fanno parte della partita – dice – sono ragazzi che conosco tutti, di Gaeta. Sono solo scontri di gioco – aggiunge, sorridendo – non scontri voluti”.

Raccontando, la sua prestazione personale, dichiara : “La mia partita è stata bella ed intensa. Non avendo chiaramente cambi in panchina – sottolinea – ho dovuto gestirmi di più. Eravamo molto più corti, però mi sono portato dietro tutti e sono contento di quello che abbiamo fatto”. Sarà un torneo C Silver lungo e difficile, per il quintetto della prima squadra. Marco lo racconta, in questo modo : “Il Campionato si sta dimostrando tostissimo – riflette, aggiungendo – secondo me, ci sono 4 o 5 squadre al nostro livello. Noi però ce la giochiamo, oggi abbiamo dimostrato – sottolinea, concludendo – che venire a giocare qua, è difficile per tutti”.

Alessandra Giorgi

Più informazioni su