Seguici su

Cerca nel sito

Ladispoli e Cerveteri: il 10 dicembre la “Marcia per la Pace”

Le Comunità cittadine di Ladispoli e Cerveteri insieme contro la violenza e per ribadire il no ad ogni forma di odio

Più informazioni su

Il Faro on line – Ladispoli e Cerveteri insieme per ribadire il no ad ogni forma di odio e di violenza e promuovere il dialogo e la pace per tutti. Dopo i terribili fatti che hanno interessato Parigi e che stanno riguardando l’intera Europa ed il Medio Oriente, giovedi’ 10 dicembre si terra’ a Ladispoli la Marcia per la Pace organizzata da Associazione Maraa Onlus, Comunità musulmana senegalese, Comunità musulmana araba, unitamente con il Comune di Ladispoli e con il patrocinio del Comune di Cerveteri.

Ladispoli e Cerveteri hanno da sempre mostrato profonda sensibilità su tematiche affini e, anche questa volta, non si sottraggono al compito di contribuire alla creazione di una rete comunitaria solidale e informata, aiutando i cittadini di ogni credo e provenienza a superare lo shock, prevalentemente culturale, derivato dalla strategia della tensione delle ultime settimane. Le comunità cittadine di Ladispoli e Cerveteri sono composte di persone che hanno scelto di vivere nel nostro territorio, a prescindere dalla provenienza geografica, dalla nazionalità, dalla lingua e dalle convinzioni religiose.

La manifestazione vuole ribadire anche che una Comunità è tanto più forte quanto più è integrata e unita al suo interno. La Marcia per la pace si svolgerà a Ladispoli con queste modalità: Ore 18.00 raduno dei partecipanti presso il piazzale della Stazione Fs; Ore 18.30 partenza del corteo; Ore 18.45 arrivo in piazza Rossellini; Ore 19.00 piccola manifestazione con letture e interventi in piazza Rossellini; Ore 20.00 chiusura della manifestazione.

I motivi per i quali è importante partecipare sono tanti, specialmente in un momento storico e sociale come questo, caratterizzato da forti tensioni politiche e culturali a livello mondiale, e sulle quali è doverosa una riflessione da parte di tutti, dalle Istituzioni locali ai cittadini. Vi aspettiamo numerosi con bandiere della pace e candele.

Più informazioni su