Seguici su

Cerca nel sito

“Città di Gusto”: per la valorizzazione dei prodotti tipici fondani e pontini

Una  manifestazione per la riscoperta delle tradizioni storiche, della cultura enogastronomica, dei prodotti agrumicoli della Piana di Fondi

Più informazioni su

Il Faro on line – In occasione delle festivita’ natalizie il Comune di Fondi ripropone, nei giorni Sabato 12 e Domenica 13 Dicembre prossimi, la manifestazione “Fondi – Città di Gusto” incentrata sulla riscoperta delle tradizioni storiche, la valorizzazione dei prodotti tipici fondani e pontini, della cultura enogastronomica, dei prodotti agrumicoli della Piana di Fondi e delle sue bellezze paesaggistiche e architettoniche. 

L’iniziativa si svolge con il patrocinio di Regione Lazio, XXII Comunità Montana degli Aurunci e Ausoni, Parco Naturale Regionale dei Monti Aurunci, Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, Banca Popolare di Fondi, Mof – Centro Agroalimentare all’Ingrosso ed è promossa in collaborazione con l’Associazione Fondi Turismo e la partecipazione di aziende e associazioni del territorio.

Presso il chiostro di San Domenico e l’Auditorium comunale  saranno ubicati i “Ritrovi del Gusto”, che ospiteranno un percorso di degustazione e un Menu enogastronomico con prelibatezze locali fornite da aziende del territorio: Casearia Casabianca – Azienda agricola, Caseificio F.lli Buonanno, Caseificio L’Angolo della mozzarella di Mastrobattista Enzo e Antonella, Caseificio Paolella s.r.l., Caseificio Porta Roma di Andrea e Gianmaria Buonanno, Conad Superstore, Del Prete s.r.l. – Legumi, La Bottega della carne di Sergio Di Vito, Macelleria e Gastronomia di Enzo Mattei, Macelleria Franco Petrillo, Panificio Del Zanno.

In entrambe le giornate dalle ore 12.00 alle 14.30 e dalle 19.00 alle 22.00 sarà possibile gustare il Menu Enogastronomico composto da antipasto misto di montagna, risotto con crema di zucca e salsiccia, pasta e fagioli, frittura di calamari e gamberi, frutta e zeppole di Natale. Il costo del ticket è di Euro 8,00 e sono previste promozioni per le famiglie. I “Ritrovi del Gusto” saranno allietati da intrattenimento musicale.Nel percorso espositivo saranno allestiti stand promozionali del territorio a cura di Comune di Fondi, Parco Naturale Regionale Monti Aurunci, Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, Associazione Bed & Breakfast a Fondi, Associazione Ristoranti di Fondi, mentre numerosi espositori offriranno assaggi dei propri prodotti: Azienda agricola Natural Goji, Caffè Carnevale, Cantina Vinicola Toscana di Biagio Rizzi, Cantina Vinicola Vallemarina, Caseificio L’Angolo della mozzarella di Mastrobattista Enzo e Antonella, Caseificio Paolella s.r.l., Conad Superstore, Condominio dell’Arte – Itri, Dolciumi e frutta secca da Daniela, Frantoio Guglietta, Oro del Golfo – Tielle, Pagnani Tartufi di Giampiero Pagnani, Panificio Del Zanno , Patate Twister di Valentini Alessandro, Prodotti Tipici Ciociari di Abbatecola Giovanni.

La nuova edizione 2015 di “Fondi – Città di Gusto” sarà caratterizzata dalla contestuale inaugurazione alle ore 18.30 presso la Galleria d’Arte “Basement Project Room” sita in via San Tommaso d’Aquino della Mostra “Les petits cadeaux #03 – L’arte contemporanea nel piccolo formato”. La Mostra, visitabile fino a Domenica 10 Gennaio 2016, proporrà opere di Romina Bassu, Valentina Biasetti, Anna Capolupo, Maurizio Cariati, Pablo S. Herrero, Silvia Idili, Sêma Lao, Francesco Liggieri, Giorgio Pignotti, Tina Sgrò. L’idea espositiva è quella di rendere accessibile l’arte e soprattutto l’arte emergente a livello di vicinanza delle opere esposte al linguaggio dei giorni nostri: un’occasione propizia per far conoscere e collezionare le nuove tendenze e le pratiche artistiche.

Ciascun artista invitato sarà presente con opere di piccole dimensioni che rispettino il percorso e lo stile che lo contraddistingue: qualità ma soprattutto accessibilità sono i punti focali grazie ai quali ci si può avvicinare a “Les petits cadeaux”, in modo da promuovere la nascita di una nuova generazione di collezionisti che si affacciano senza troppi timori all’arte contemporanea.

Più informazioni su