Seguici su

Cerca nel sito

Tolti i rovi, ora tocca al parco Don Vincenzo Faustinella

La Pro Loco si è offerta di mettere in sicurezza gratuitamente la parte pericolosa dell'area

Più informazioni su

Il Faro on line – Risolto il problema dell’erba e dei rami che ostacolavano il passaggio dei veicoli lungo il cavalcavia ferroviario di Latina Scalo. A darne notizia il presidente del Consiglio di Quartiere Latina Scalo-Tor Tre Ponti Gianni Cardinali che aveva segnalato al comune la pericolosa situazione. “Ringrazio il Commissario Barbato per la sensibilità e l’immediatezza con la quale ha risposto al nostro appello, inviando la ditta a ripulire il cavalcavia. Ora finalmente tutta la strada è stata posta in sicurezza!”. 

Per un problema risolto, un altro viene messo in evidenza dal Presidente, ed è quello che riguarda il parco comunale don Vincenzo Faustinella di Latina Scalo, chiuso al pubblico da alcuni mesi, cosa questa che sta causando molte proteste tra la popolazione che non riesce a comprendere il perché della cosa. Commenta Gianni Cardinali: “Abbiamo chiesto alla Pro Loco Latina Il Villaggio, che gestiva l’apertura del parco e la cura del verde, se fosse a conoscenza delle cause di questa chiusura e la risposta ottenuta ci ha lasciati sbigottiti… Il Comune ha infatti sbarrato il cancello perché alcune lastre di marmo dell’anfiteatro centrale stavano staccandosi, e questo avrebbe potuto causare gravi pericoli ai frequentatori  del parco. E fin qui nulla da obiettare, anzi… 

La Pro Loco, nel frattempo,  si è offerta di transennare la parte pericolosa mettendola in totale sicurezza, per permettere comunque l’uso del resto del parco. Il Comune si inizialmente detto favorevole all’iniziativa, purchè fosse presentato un piano della sicurezza redatto da un tecnico qualificato, cosa che la Pro Loco, a sue spese, ha fatto immediatamente realizzare. Nel contempo si è dichiarata pronta ad effettuare, sempre a sue spese, tutti i lavori di recinzione necessari ad isolare la parte danneggiata dal resto del parco. A questo punto il Comune ha dichiarato di voler provvedere alla gara di appalto per la sostituzione delle lastre malferme, e nessuna risposta è stata più data alla richiesta della Pro Loco. E il parco continua a rimanere chiuso. 

Ci chiediamo se il Commissario Barbato sia al corrente di quanto accade nei suoi uffici, e di come la burocrazia comunale stia contribuendo a distruggere quanto di buono è rimasto in questo nostro Comune. Ci auguriamo che intervenga per mettere ordine in questa assurdità e che, in attesa che i tempi molto lunghi dell’iter per l’appalto siano risolti, dia il via libera alla Pro Loco per mettere in sicurezza la zona danneggiata e permettere la riapertura del Parco don Vincenzo Faustinella.”

Più informazioni su