Seguici su

Cerca nel sito

Riforma dello Stato, Finocchiaro: “Bisogna rinnovare gli strumenti di partecipazione e di controllo”

Montino: "Il lavoro fatto dalla Finocchiaro in Senato, all' interno della prima Commissione, è stato preziosissimo"

Più informazioni su

Il Faro on line – Si e’ svolto ieri pomeriggio presso la sala consiliare del Comune di Fiumicino un convegno dal titolo ‘La riforma dello Stato: cosa cambia negli enti locali?’, alla presenza, della senatrice Anna Finocchiaro, Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato, del sindaco di Fiumicino Esterino Montino e della Presidente del Consiglio comunale Michela Califano.

“La riforma si basa sulla centralità dello Stato; sulla stabilità del Governo e sul ruolo degli Enti Locali” – ha affermato la senatrice Finocchiaro nel suo intervento iniziato con la ricostruzione storica dell’attuale assetto dello Stato.

“Il nuovo Senato – ha spiegato la Senatrice –  avrà la funzione di raccordare lo Stato con gli Enti Locali; il potere di valutare gli effetti che le politiche del Governo e quelle dell’Europa avranno sui territori e sugli interessi dei cittadini. Una valutazione libera, perché il Senato sarà composto da rappresentanti dei Sindaci e dei Consiglieri Regionali”.

“Desidero ringraziare la senatrice Finocchiaro per aver accettato il nostro invito – dichiara la Presidente Califano – e per aver illustrato in modo chiaro e completo a una vasta platea il percorso riformista che sta attraversando il nostro Paese, soffermandosi in particolare sui cambiamenti in atto a livello amministrativo per gli Enti locali. È un momento importante per l’Italia, poiché dopo tanti anni di immobilismo finalmente qualcosa sta cambiando. Sono convinta che con queste riforme, inoltre, crescerà la consapevolezza dei cittadini e la loro partecipazione alla vita pubblica”.

“È sempre un grande piacere – aggiunge il sindaco Montino – ascoltare la Presidente Finocchiaro, così chiara nell’esposizione, competente ed esaustiva, anche nel rispondere alle tante domande arrivate dalla platea. Quando si riforma il cuore centrale della nostra Costituzione, infatti, di dubbi e domande ce ne sono sempre tante. Il lavoro da lei fatto in Senato, all’interno della prima Commissione, è stato preziosissimo, grazie a lei siamo riusciti a ottenere un risultato importante per il nostro Paese, che spero i cittadini approvino attraverso il referendum confermativo, così come prevede la Costituzione”.

Più informazioni su