Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Gialle, emozioni sportive e tanti campioni al Tempio di Adriano, a Roma

Antonietta Di Martino e Denise Karbon hanno ricevuto il premio alla carriera, mentre Gianmarco Tamberi, quello per Atleta dell’Anno 2015

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ stata un festa gialloverde, quella che si e’ svolta, lo scorso 18 dicembre, al Tempio di Adriano, a Roma. Nella consueta cerimonia che ogni fine anno, si svolge per incontrare la stampa e le autorita’ sportive nazionali, le Fiamme Gialle hanno presentato il calendario da tavolo 2016, insieme alla stagione agonistica, che il prossimo anno, si aprira’ con i Campionati Italiani Assoluti, di short track a Torino.

Alla presenza del Presidente del Coni, Giovanni Malagò, del Vicepresidente del Comitato Olimpico Italiano, Giorgio Scarso e del Vicepresidente del Cip, Sandrino Porru, insieme alle altre autorità sportive e militari intervenuti, nella splendida sala romana, sono stati premiati anche gli atleti gialloverdi, che sia nella storia del Gruppo Sportivo, che durante l’anno 2015, hanno lasciato il segno. Nel primo caso, a ricevere il loro premio, sono state due donne, che, l’una nell’atletica leggera e l’altra nello sci alpino, hanno scritto pagine indelebili dei loro sport e della storia delle Fiamme Gialle.

In questo modo, Antonietta Di Martino e Denise Karbon, assente alla cerimonia, per aver dato alla luce, sua figlia, ora, di pochi mesi, hanno ricevuto le acclamazioni, del mondo sportivo, seduto, di fronte al palco d’onore, del Tempio di Adriano. 
Nel secondo caso, Gianmarco Tamberi ha ricevuto il suo premio personale per l’elezione ad Atleta dell’Anno 2015, delle Fiamme Gialle. Il campione del salto in alto, che il 2 agosto scorso, ha siglato per due volte, il record italiano, strappato a Marco Fassinotti, saltando, al primo tentativo 2,35 ed al secondo invece, 2,37, sotto il cielo di Eberstadt, è attualmente, terzo nel ranking mondiale, di questa specialità dell’atletica internazionale. Visibilmente emozionato, ha ritirato il suo trofeo natalizio, davanti all’entusiasmo tangibile, anche dei giovani atleti dei settori giovanili delle Fiamme Gialle, anch’essi premiati e presentati, all’affollata platea. 

In questo caso, proprio i giovani campioni, hanno sfilato di fronte alle autorità sportive e militari, ricevendo la loro personale premiazione. Tra loro, a ricevere un ricordo di questo evento, sono state Lara Maule e Claudia Destefani, la prima, medaglia d’argento, ai Campionati Mondiali Junior e la seconda invece, agli Europei, della stessa categoria, nella specialità, dell’otto fuoriscalmo, del canottaggio tricolore. Insieme a loro, ad essere acclamata, anche la vicecampionessa europea, dell’Olympic Festival di Tblisi 2015, nel lancio del giavellotto, Carolina Visca. La primatista italiana, che durante l’anno agonistico scorso, ha registrato un record dopo l’altro, ha posato, nelle consuete foto, insieme alle sue colleghe, di pari età e di società sportiva. 

L’evento è stato aperto dal filmato celebrativo, delle vittorie degli atleti gialloverdi, presenti sul calendario da tavolo 2016 e seguito dagli interventi delle autorità sportive e militari. Sarà una stagione intensa, quella che si sta per schiudere, allo scoccare dell’anno nuovo. Particolarmente densa, per gli atleti delle Fiamme Gialle, che vedranno tra le competizioni più ambite, anche le Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio 2016, del mese di agosto. Il Generale Giorgio Bartoletti, Comandante del Centro Sportivo di Castelporziano, ha iniziato, la serie di interventi, ringraziando tutti gli intervenuti, al Tempio di Adriano: “I grandi risultati – ha detto Bartoletti, come indicato dal comunicato stampa delle Fiamme Gialle – si ottengono con grandi uomini, ma anche con una particolare organizzazione, a cominciare, dai tecnici, per passare poi, al personale medico e a tutti coloro che lavorano, dietro le quinte – ha concluso, il Generale”. 

E’ stato speciale, l’intervento poi, anche di Giovanni Malagò, che ringraziando, le Fiamme Gialle, per il loro determinante contributo, nello sport italiano, ha aggiunto un pensiero, anche per la candidatura di Roma 2024: “Uno degli asset, su cui puntiamo – ha dichiarato il Presidente del Coni – sono proprio le Fiamme Gialle. Abbiamo un sistema sportivo che non può prescindere, da quello che voi fate – ha sottolineato, rivolgendosi ai membri del Gruppo Sportivo – molte persone, nei miei viaggi – ha aggiunto – mi parlano, della vostra attività. Tra di essi, lo ha fatto anche, Sebastian Coe, che da anni è legato, allo sport azzurro ed in particolare, proprio alle Fiamme Gialle e alle loro strutture”. Negli anni della sua carriera da mezzofondista, l’attuale presidente della Iaaf e pluriolimpionico nei 1500 metri, ha frequentato gli impianti gialloverdi, dove si è spesso, allenato. 

Ai ringraziamenti di Malagò, si sono aggiunti, anche quelli di Sandrino Porru, che ha parlato, a nome del Cip, esprimendo i suoi personali auguri, al Presidente, Luca Pancalli. 
Nella prestigiosa platea, insieme agli atleti gialloverdi presenti, tra i quali, Giulia Quintavalle, Luigi Samele, Matteo Lodo e Giuseppe Vicino, e alle giovani leve, dei settori giovanili, anche i massimi esponenti delle Federazioni Italiane. Tra loro, il Presidente della Federscherma, Giorgio Scarso e quello della Federatletica italiana, Alfio Giomi. 

Foto : Ufficio Stampa Fiamme Gialle

Alessandra Giorgi

Più informazioni su