Seguici su

Cerca nel sito

Stefanelli: “Formeremo una giunta in base alla competenza delle persone”

Il candidato sindaco: "Non faremo l’errore dei nostri predecessori che hanno scelto gli assessori in base ai voti ottenuti"

Più informazioni su

Il Faro on line – Una squadra competente, scelta non in base al risultato elettorale ma per le professionalita’ e le esperienze. Una vera e propria inversione di rotta rispetto al passato quella indicata dal candidato a sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli, annunciata gia’ sabato scorso durante il secondo incontro tematico “Illuminiamo il turismo”.
“La nostra coalizione – spiega Stefanelli –  nasce dalla condivisione di una precisa visione di Minturno come città nuova e moderna che ci impegneremo a realizzare nei prossimi dieci anni. Parlo di dieci anni, perché Minturno ha bisogno di un progetto a lungo termine per uscire dal buio in cui è sprofondata a causa della cattiva gestione amministrativa degli ultimi venti anni.

Lo diciamo a viso aperto: formeremo una giunta in base alla competenza delle persone e alla loro disponibilità di tempo senza alcun riferimento al loro risultato elettorale. La situazione, infatti, è drammatica: dobbiamo pensare a una squadra ampia che sappia lavorare in sinergia con i consiglieri comunali e con tutti coloro che vorranno collaborare alla rinascita di Minturno”.

“Non faremo l’errore dei nostri predecessori che hanno scelto gli assessori in base ai voti ottenuti, ma le nostre scelte saranno guidate solo dall’interesse della nostra città. Contiamo nel corso dei prossimi mesi di dare indicazioni ancora più precise fino ad arrivare a presentare buona parte della squadra di giunta prima delle elezioni.
Sceglieremo un assessore al bilancio, che abbia una perfetta conoscenza delle norme che regolano la contabilità pubblica e che conosca bene anche i numeri della finanza minturnese. Visto lo stato delle casse comunali, abbiamo il dovere di scegliere una persona competente in materia di contabilità pubblica”.

“Altrettanto faremo con il settore dei servizi sociali, che rappresenta oggi la frontiera più calda delle amministrazioni locali, dovendo far fronte a una miriade di nuovi disagi da affrontare e di nuove povertà da combattere. Solo una persona che vive già in questo mondo potrà lavorare per colmare le grandi lacune che la politica minturnese ha creato in questo delicato settore, purtroppo concepito come semplice beneficienza.
Anche all’ambiente e all’igiene, altri due settori problematici per il Comune di Minturno, necessita una persona che abbia dimestichezza con questi temi e che sia esperta delle normative in vigore. Come già detto nel nostro primo incontro tematico puntiamo ad una società pubblica che si occupi della gestione della raccolta dei rifiuti solidi urbani, alla sua riorganizzazione e al porta a porta, che a Minturno non è mai partito”.

“Tanti i settori che ci impegneranno negli anni di amministrazione: riorganizzazione degli uffici, un’informazione online puntuale e trasparente, manutenzione del territorio e così via. Gli assessori dovranno tenere costantemente aggiornati i cittadini sul loro operato e renderli partecipi nella vita amministrativa della città” – conclude Stefanelli.

Più informazioni su