Seguici su

Cerca nel sito

Satta: “Basta traffico. I cittadini e i commercianti di via Torre Clementina non ce la fanno piu'”

Il Leader della lista civica Noi Insieme: "È ora che l'Amministrazione cerchi di risolvere questo grande problema"

Più informazioni su

Il Faro on line – “E’ quasi un decennio che il traffico all’interno del perimetro storico di Fiumicino e’ umentato a dismisura. I sindaci che si sono succeduti negli ultimi 15 anni, e’ evidente, non sono riusciti a percepire questo dramma. Le proposte sono state tante, anche la Ztl, ma una scelta del genere rischierebbe di far morire definitivamente il commercio nel centro storico gia’ penalizzato dai centri commerciali inaugurati 10 anni fa. Torre Clementina viene paralizzata da migliaia di auto che per ore fanno la fila per attraversare il ponte. Uno spettacolo che si ripete ogni giorno. Mi chiedo se qualche amministratore in questo decennio si sia sforzato di capire quali sono i motivi” – lo dichiara in un comunicato Luigi Satta, leader della lista civica Noi Insieme.

“Sicuramente sì – prosegue il comunicato – ma quale soluzione ha trovato? Nessuna, a meno che sia sufficiente mettere per ore i vigili della polizia locale, costretti a respirare i gas discarico delle auto in fila, nel tentativo di migliorare il deflusso Voglio cercare di dare un supporto, senza la presunzione di essere il risolutore dei problemi, forse può aiutare. Il ponte 2 Giugno, sessantasette fa era stato progettato per attraversare la fossa traianea. Fiumicino allora paese, contava qualche migliaio di residenti, l’Isola Sacra qualche centinaio. Il ponte era più che sufficiente. Perché non sono state fatte le giuste valutazioni, nel pianificare negli anni 90, una crescita demografica di decine di migliaia di unità con una corrispondente urbanizzazione delle zone? È urgente poi, oggi, eliminare gli incroci e le immissioni di veicoli da altre vie, questo sistema blocca e rallenta il deflusso”.

“Sarebbe al contrario più logico far defluire 30 autovetture per volta da ogni via (circa 200 metri) per velocizzare il transito. Poi aggiungiamo sul territorio centri commerciali importanti che richiamano migliaia di cittadini con migliaia di auto, anche fuori dal sedime del nostro comune, come i cittadini del X municipio, che una volta fatti gli acquisti per tornare a casa sceglie di fare fila nel centro storico, invece della via dell’aeroporto. Non dimentichiamo i pendolari che lavorano all’aeroporto, che alla fine dei turni di lavoro scelgono Fiumicino centro per ovviare al traffico che inizia dall’aeroporto fino al ponte della Scafa, altro grande problema. È ora che l’amministrazione cerchi di risolvere in parte questo grande problema, sicuramente i motivi intercettati non possono essere affrontati senza il coinvolgimento del X Municipio” – prosegue il leadere della lista civica.

“L’amministrazione già ha progettato diverse soluzioni, ma sappiamo tutti che non potranno mai risolvere in toto i problemi senza una pianificazione definitiva con altri amministratori partner. Il centro storico di Fiumicino non può più sopportare tutto questo traffico. L’inquinamento aumenta ogni giorno, manca la sicurezza per eventuali soccorsi. Bisogna far presto per evitare qualche tragedia” – conclude Satta.

Più informazioni su