Seguici su

Cerca nel sito

Emergenza smog, Avenali (Pd): “Occorre investire sul trasporto pubblico”

La Consigliera regionale: ""La Regione Lazio ha avviato un lavoro importante per rinnovare l’intero parco rotabile del Lazio"

Più informazioni su

Il Faro on line – “I dati sullo smog che misurano da alcune settimane le centraline dell’Arpa Lazio a Roma e in Provincia di Frosinone sono allarmanti sia dal punto di vista ambientale che sanitario, come ci ha confermato anche il report del Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario della Regione Lazio che ha registrato in questo periodo nelle due aree un incremento di morti riconducibili alla concentrazione record delle polveri sottili.
Questo deve indurci ad una riflessione seria e definitiva: non possiamo continuare ad affrontare solo le emergenze, come va comunque fatto in maniera anche drastica con blocchi veri e totali della circolazione, per poi non cambiare nulla nelle politiche di pianificazione e programmazione degli investimenti di medio e lungo periodo” – lo dichiara Cristiana Avenali, Consigliera regionale e coordinatrice della Commissione Ambiente e Agricoltura del Pd Lazio.

“Il risultato storico della Cop21 – prosegue la Consigliera – ci indica una direzione precisa da seguire e non c’è differenza tra le misure utili per tutelare la salute e l’ambiente a livello locale e quelle per contrastare i mutamenti climatici. Le Regioni hanno il ruolo fondamentale di pianificare, programmare e coordinare le azioni su area vasta, e anche in questo caso serve avere una visione d’insieme oltre che procedere con interventi puntuali. 

Potenziamento del trasporto pubblico, mobilità dolce e a basso impatto, efficienza energetica degli edifici e degli impianti di riscaldamento, sviluppo di tecnologie meno inquinanti, sono gli interventi necessari per ridurre le emissioni. Ma è necessario anche assorbire l’inquinamento prodotto, e su questo l’investimento da fare è sul verde pubblico e privato che è in grado di rimuovere quantità consistenti di polveri sottili oltre ad assorbire CO2.”

“La Regione Lazio ha avviato un lavoro importante in questa direzione – spiega Avenali – con l’acquisto di 26 nuovi treni per i pendolari e l’investimento 64 milioni di fondi europei per rinnovare l’intero parco rotabile del Lazio, e altri 100 milioni di euro per l’acquisto di autobus euro6, per la mobilità sostenibile e per i tram. Bisogna accelerare su altri percorsi che sono già in campo: in particolare approvando il Piano energetico regionale e il Piano della mobilità regionale, al centro del quale deve essere posto il piano della mobilità ciclabile, e procedere nel breve periodo  con l’attuazione di provvedimenti che ho inserito in due proposte di legge presentate rispettivamente sul verde urbano e sulla mobilità nuova, che prevedono incentivi per i Comuni per l’istituzione delle “Zone30” e il raggiungimento di Target di riduzione degli spostamenti con mezzi privati, investimento di fondi europei in percorsi ciclabili urbani anche intercomunali, incentivi per l’acquisto di bici pieghevoli ed elettriche, politiche di sviluppo del verde urbano rendendo obbligatorie le cinture verdi previste dalla Legge nazionale 10/2013, misurazione e mantenimento del Capitale Naturale della Regione”.

“L’emergenza smog, se affrontata in maniera serie e lungimirante, può trasformarsi in una opportunità, perché occuparsi di ambiente vuol dire ragionare di economia e di società oltre che di qualità della vita” – conclude la Avenali.

Più informazioni su