Seguici su

Cerca nel sito

M5S: “A Ladispoli un triste Natale”

M5S: "Il Comune non è stato nemmeno in grado di intercettare l'interesse di qualche privato per la realizzazione di un mercato natalizio"

Più informazioni su

Il Faro on line – “A pochi giorni dalla fine delle festività natalizie vorremmo chiedere spiegazioni all’Amministrazione comunale circa la pressoché totale assenza di iniziative legate al Natale nella nostra città, fatta eccezione per il presepe vivente organizzato dalla Pro Loco nel bosco di Palo. Da metà dicembre abbiamo visto apparire in piazza Rossellini, in successione, prima un abete di circa 2 metri, mai addobbato, poi, intorno al 20 dicembre, un vergognoso albero stilizzato malamente fissato a terra, infine alcune luminarie applicate alla rinfusa sulle palme. Nei giardini centrali, nel consueto stato di degrado, prendeva posto invece l’ormai solito mercatino-baraccopoli di paccottiglia e cineserie varie” – lo afferma in un comunicato il Movimento 5 Stelle – MU Ladispoli.

“Eppure la delibera n. 213 – continua il comunicato – approvata dalla Giunta comunale il 12 novembre prevedeva, attraverso un accordo con privati interessati, la concessione della piazza per la realizzazione di un mercato in cui il 50% degli articoli avrebbe dovuto riguardare la “creazione e la vendita di prodotti ispirati al Natale”. In cambio i privati avrebbero provveduto alla posa in opera di un albero di Natale (abete di dimensioni non elevate) e di luminarie di colore rosso e oro in piazza Rossellini, a partire dal 7 dicembre al 10 gennaio.
Cosa ne è stato di questo progetto? Il Comune non è stato nemmeno in grado di intercettare l’interesse di qualche privato per la realizzazione di un mercato natalizio? Eppure quando vogliono intercettare l’interesse di privati per progetti di speculazione edilizia i nostri amministratori sono sempre piuttosto efficienti”.

“La politica locale – continua il M5S – continua a riempirsi la bocca di concetti importanti, quali la vocazione turistica del nostro territorio. Certo, il turismo è l’unica risorsa a disposizione per salvare Ladispoli dal triste destino di divenire parte delle grigie borgate romane. E per incentivarlo bisognerebbe anche difendere il suolo e valorizzare le ricchezze di cui disponiamo: le aree naturali e archeologiche protette e i prodotti agro alimentari.
Agli slogan dovrebbero sempre seguire i fatti, sotto forma di ampi progetti e iniziative programmate. Invece in ambito turistico, come in altri campi, si prosegue ad operare nella totale improvvisazione, senza mai una visione di fondo, un obiettivo preciso e ambizioso. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti, sotto forma di albero di Natale”.

“Ci permettiamo di suggerire – conclude il comunicato – che per l’allestimento di piazza Rossellini sarebbe bastato coinvolgere le associazioni locali o le scuole, magari predisponendo un albero realizzato con materiali di recupero, che avrebbe contribuito a sensibilizzare i cittadini sull’importanza della raccolta differenziata e il riuso dei rifiuti.
Un progetto come questo, a costo zero o quasi, si sarebbe potuto estendere anche agli altri quartieri e piazze di Ladispoli, sempre più esclusi da iniziative pubbliche. Sarebbe bastato poco, ma evidentemente i nostri amministratori sono troppo affaccendati in altre questioni.
Spesso i politici, per difendersi dagli attacchi del M5S, ci accusano di non avere esperienza e di essere degli incapaci. Ebbene, tutti noi cittadini abbiamo potuto osservare in piazza Rossellini le grandi capacità di questa Amministrazione”.

Più informazioni su