Seguici su

Cerca nel sito

Volley B2 femminile – Domani la Caffè Circi ospita il Marino

Una gara da prendere con le molle dopo la sosta natalizia

Più informazioni su

Il Faro on line – La lunga sosta natalizia è finita, si torna in campo. Sabato alle ore 17 la Caffè Circi tornerà in campo per l’undicesima giornata del campionato nazionale di pallavolo femminile di serie B2 contro il Marino Pallavolo: il match, a ingresso gratuito, è in programma nel palasport di via Conte Verde a Sabaudia. L’avvio di stagione della squadra allenata da Daniela Casalvieri è stato portentoso visto che è ancora nelle zone alte della classifica nonostante la società sia partita con l’obiettivo di centrare una salvezza tranquilla tanto che attualmente resta nel gruppetto delle inseguitrici della capolista Volley Group Roma: precisamente al quarto posto della classifica del girone G con 19 punti (gli stessi del Valleceppi), staccata di una sola lunghezza dal terzo posto (Palau) e di due punti dal secondo (Casal De’ Pazzi).

Per analizzare meglio il grande momento della Caffè Circi Sabaudia basta analizzare i precedenti campionati e così, in questo avvio, la formazione di capitan Tramontozzi viaggia con sette punti di vantaggio rispetto allo stesso momento della passata stagione e addirittura a +12 rispetto a due stagioni fa. “Bisogna scendere in campo con il massimo della concentrazione e determinazione perché affrontiamo una squadra che in graduatoria è sotto di noi ma che vorrà comunque giocarsi al massimo la sua partita – spiega Lisa Battaglini, schiacciatrice della Caffè Circi – abbiamo ottenuto finora ottimi risultati ma abbiamo anche perso partite molto nettamente per questo dovviamo provare a confermare quanto di buono abbiamo fatto finora”.
In campionato la Caffè Circi Sabaudia è reduce dalla netta sconfitta (prima della sosta) a Rom con il Casal De’ Pazzi per 3-0. Il Marino è ultimo in classifica con tre punti e arriva a Sabaudia dopo la sconfitta casalinga (1-3) con il Città di Rieti. La gara verrà arbitrata da Catia Di Camillo e Massimo Giannattasio.

Più informazioni su