Seguici su

Cerca nel sito

Attualizzazione accordo Enel, Cozzolino: “La Giunta è l’organo competente”

L'assessore Manuedda: "Non accettiamo ricatti. E' finito il tempo in cui la Città veniva trattata come il cortile della centrale"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Sindaco Cozzolino ha risposto oggi per posta certificata all’azienda Enel: “Come indicato dal punto 1 delle condizioni di accordo del preliminare sottoscritto tra le parti in data 11.12.2015, e come già comunicatoVi per le vie brevi, l’accordo preliminare stesso è stato ratificato dalla Giunta Comunale (con Dgc numero 240 del 17.12.2015) che secondo il Testo Unico degli Enti Locali è il competente organo amministrativo in materia. Al riguardo si è già espresso il Segretario Generale del Comune, organo a sua volta competente in materia di legittimità degli atti, ed eminenti professionisti in materia di diritto amministrativo e degli enti locali che abbiamo consultato”.

“Non comprendiamo – prosegue il primo cittadino – quindi perché la Vostra Spett.le Società prenda oggi in considerazione profili che riguardano l’organizzazione e le competenze interne all’Amministrazione Comunale. Inoltre colgo l’occasione per rappresentarVi che, in passato, nessun accordo tra Enel S.p.A. e questo Comune è mai stato ratificato o approvato dal Consiglio Comunale: tutti gli accordi sono stati approvati solo dalla Giunta Comunale (delibere num. 213/2003, 213/2007 e 211/2008) e, peraltro, la Vostra Azienda ha elargito alla passata amministrazione di questo Comune fondi in anticipo a supposti futuri accordi sulla base di mere richieste scritte dell’allora Sindaco pro-tempore; in ultimo non è mai stato giustamente oggetto di discussione, durante alcuno dei nostri incontri, quale dovesse essere l’organo comunale competente all’approvazione dell’atto di attualizzazione e interpretazione dell’accordo del 2008”.

“Pertanto Vi confermo nuovamente come lo “Schema di attualizzazione e interpretazione dell’accordo tra Enel e Comune di Civitavecchia” sia stato ratificato dal competente Organo Comunale, con la delibera su richiamata, e Vi comunico che sarà nostra cura, nei prossimi giorni, farVi pervenire una bozza di stesura del testo definitivo dell’accordo secondo il citato schema sottoscritto in data 11.12.2015″ – conclude Cozzolino.

Più duro invece il commento dell’assessore Manuedda: “La validità e la correttezza degli atti dell’Amministrazione Comunale sono sancite dalle leggi vigenti e non certo dal Consiglio di Amministrazione dell’Enel. Questa Amministrazione non accetta ricatti da nessuno, Enel forse non ha capito che è finito il tempo in cui la città veniva trattata come il cortile della centrale; qui non ci sono, come in passato, amministratori con il cappello in mano, ma un’istituzione che, per volontà e per dovere, pretende che ogni atto sottoscritto, per quanto pessimo come l’accordo del 2008, avendo valenza contrattuale, venga rispettato”.

Più informazioni su