Seguici su

Cerca nel sito

Con “MAD on paper” la fotografia torna su carta

L'eco-museo digitale che promuove l'arte sul territorio

Più informazioni su

Il Faro on line – “Un territorio, un eco-museo fatto d’immagini digitali che lo raccontano, che tornano su “carta” per il Museo d’Arte Diffusa per consentire al pubblico e agli appassionati di MAD ON PAPER di poter gustare scorci della Nostra provincia che si distende dall’acqua al cielo! I Social, e in questo caso Instagram, coltivano un servizio contemporaneo attraverso la fotografia e gli igers sono testimoni attivi di questo museo fatto di vita, di cultura, di turismo che ospitiamo, ripeto su carta, per un mese nell’isola culturale di MAD dove l’hashtag lo mettono gli artisti!”. Così Fabio D’Achille racconta il nuovo progetto di MAD on Paper, un’iniziativa del tutto inedita che vede in esposizione una selezione dei migliori scatti del Gruppo degli Instagramers pontini, nato a settembre 2012 dall’idea di Francesco Montefusco, Business Consultant e Project Manager, membro del Social Media Team Diffuso del Lazio coordinato dall’Agenzia Regionale del Turismo.

Se lo scopo del Museo d’Arte Diffusa è promuovere l’arte essenzialmente nel territorio, quello degli Igerslatina è la valorizzazione e diffusione in Italia e nel mondo del patrimonio naturalistico, storico, artistico e culturale pontino. Locale e globale in questo modo s’incontrano e si mostrano al grande pubblico grazie al social network fotografico più famoso, di contro allo snobismo cui spesso sono sottoposti questi mezzi di comunicazione, capaci, invece, di esaltare anche la bellezza.La mostra, inaugurata domenica 10 gennaio alle 11,00 presso La Feltrinelli (Via A. Diaz, 10 – Latina), propone una serie di scatti raccolti in pannelli e corredati da citazioni di fotografi famosi di cui i diversi espositori si sono avvalsi per illustrare, insieme alle istantanee, la propria concezione dell’arte fotografica. Il Gruppo non si compone di soli pontini ma anche di turisti che immortalano il nostro territorio attraverso gli scorci più suggestivi: foto di carattere turistico di luoghi come Norma, Latina, San Felice Circeo, Terracina, Ponza, Sabaudia, Sperlonga.Una possibilità di viaggiare insieme, di un incontro tra il carattere soggettivo dell’occhio fotografico di ciascun iger e del pubblico.La mostra, a cura di Fabio D’Achille, resterà aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2016.

Ingresso libero.

Info: 393.3242424 – eventi@madarte.it – www.madarte.it.

Più informazioni su