Seguici su

Cerca nel sito

Stefanelli: “L’anno giusto per riportare luce nella nostra Citta’”

Il candidato sindaco: "Il 2015 è stato un anno buio, il 2016 sarà anno importante"

Più informazioni su

Il Faro on line – Si e’ svolta ieri mattina la conferenza di inizio anno del candidato a sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli. Un incontro che e’ servito per fare il punto della situazione, in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. “Il 2015 e’ stato un anno buio, abbiamo assistito alla crisi politica dell’amministrazione uscente, con il sindaco Graziano dimessosi in piena estate, lasciando un territorio senza controllo, al quale è seguito il commissariamento. Il 2016 sara’ un anno importante per scrivere un nuovo futuro per il Comune di Minturno: ci saranno le elezioni che daranno al popolo la facoltà di scegliere il nuovo governo. In cinque anni abbiamo avuto tre sindaci e due commissari. E’ ora di dare una stabilità di governo. Noi crediamo che il 2016 sia l’anno giusto per riportare luce nella nostra città” – ha dichiarato Stefanelli.
 
Stefanelli ha poi illustrato i due prossimi appuntamenti tematici. Il primo sarà sui giovani e il lavoro, al quale parteciperà l’assessore regionale Lucia Valente e il consigliere regionale Enrico Forte: “Per troppo tempo i nostri giovani – prosegue il candidato sindaco – sono stati privati dell’opportunità di giocarsi le proprie capacità con i loro coetanei di altri comuni. A Minturno non c’è uno spazio pubblico, non ci sono strutture come una biblioteca, una mediateca o una sala dove poter suonare. Non è stata portata avanti alcuna politica giovanile. Per poter ammodernare questo paese abbiamo bisogno di fondi che solo dalla Regione possiamo averli. Per questo è importante avere una filiera politica che oggi solo il Partito Democratico può garantire”.

Il secondo appuntamento sarà invece sull’innovazione tecnologica e l’agenda digitale, che sarà coordinato dalla lista civica “Minturno Cambia” insieme ad esperti del settore. Si discuterà di Data Center, open source e di servizi per cittadini e aziende che possono accedervi attraverso internet, permettendo allo stesso tempo di snellire il lavoro degli uffici comunali. La seconda parte della conferenza stampa di ieri mattina è stata focalizzata sui rifiuti. Stefanelli ha elaborato una precisa cronistoria degli ultimi tre anni amministrativi, che evidenzia il fallimento totale dell’amministrazione Graziano che non ha risolto il problema.

“In tre anni – ha dichiarato il candidato a sindaco – si sono avvicendati quattro responsabili del servizio, è aumentato il costo del servizio del 40% e la percentuale di raccolta differenziata è scesa dal 12% al 6%. E’ mancata la metodologia, non è mai seguito uno studio del territorio. Non è stata individuata un’area per l’isola ecologica. Le nostre sollecitazioni non sono state ascoltate. Oggi il commissario prefettizio ha scelto un nuovo funzionario che non ha competenze specifiche. Per la pubblicazione di un nuovo bando ci vogliono almeno due mesi, per non parlare della centrale di committenza insieme ai Comuni di Formia e Gaeta ancora da istituire, mentre la EcoCar è in proroga da un anno e mezzo, il contratto scade ad aprile e non può più averne altri, con il rischio che questa estate non sarà garantito il servizio. Invitiamo quindi il commissario Strati a provvedere ad una gara di un anno, permettendo alla prossima amministrazione di lavorare al nuovo appalto con i tempi necessari”.

“Sulla riorganizzazione della macchina amministrativa – ha aggiunto Stefanelli – prendiamo atto che, a parte l’accorpamento di alcuni servizi, sono stati confermati tutti i responsabili dei servizi ad eccezione del funzionario provinciale Francescopaolo D’Elia, che scaduto il comando è tornato in carico all’ente di provenienza ed è stato sostituito con un nuovo responsabile. Certamente questo stride con i provvedimenti adottati in precedenza e con tutti i rilievi degli organi di controllo che hanno censurato in maniera forte il modus operandi di alcuni funzionari, e in particolar modo delle responsabilità dei capiservizio. Ci saremmo aspettati una maggiore incisività nell’applicazione del principio di rotazione e della normativa sull’anticorruzione. Confidiamo che in futuro il commissario sappia essere più incisivo e che possa garantire lo svolgimento di una campagna elettorale imparziale”.
Di qui l’invito a rafforzare l’ufficio demografico e l’ufficio elettorale, settori importanti per le elezioni comunali.

“Non è stato ufficializzato – spiega Stefanelli – il superamento dei 20mila abitanti. Questo determinerebbe un consiglio comunale formato da 20 consiglieri e non più di 16. Inoltre, si potrebbe istituire una nuova dirigenza. A mio avviso, con un nuovo dirigente il commissario può valorizzare soprattutto l’ufficio tecnico”.

Infine, Stefanelli ha lanciato l’appello al commissario per raddoppiare lo stanziamento per i casi di disabilità grave: “Nel Comune di Minturno vi sono 22 casi di disabilità gravi alle scuole elementari. Il sindaco Graziano ha utilizzato le borse lavoro per sopperire a questa esigenza, utilizzando persone senza preparazione specifica. Finalmente il commissario ha preso in carico questa situazione, stanziando 12mila euro, ovvero mille euro al mese che equivalgono a 50 euro a persona. E’ una cifra davvero troppo modesta, chiediamo che tale somma venga almeno raddoppiata. Una comunità che non pensa ai più deboli non può essere definita una comunità. Sono stati buttati via soldi per lavori pubblici inutili, come il semaforo in Via dei Fossi, quando alla scuola di Balbo manca una rampa per disabili che sarebbe costata molto meno. Avremo un’attenzione particolare al sociale, aiutando per persone più deboli”.

Più informazioni su