Seguici su

Cerca nel sito

Attentato a Istanbul: dieci morti e numerosi feriti

Il Faro Online - È pesante il bilancio del grave attentato terroristico avvenuto intorno alle nove di questa mattina in piazza Sultanahmet, Istanbul: dieci morti, tutti cittadini tedeschi, e decine di feriti, anche questi in maggioranza stranieri. Anche questa volta l'Isis ha preso di mira i turisti, in un Paese che trova nel turismo una delle sue fonti economiche più importanti.

A farsi esplodere Nabil Sabli, un militante Isis proveniente dalla Siria, ma nato in Arabia Saudita. L'uomo, appena entrato in Turchia, aveva presentato una domanda d'asilo insieme ad altri quattro uomini.

La zona dell'attentato è, non a caso, la più turistica della città, essendo a pochi passi dalla Moschea Blu, da Santa Sofia, dal Gran Bazar e dal Topkapi Palace. Si tratta, quindi, di un luogo frequentato da migliaia di turisti al giorno. Subito dopo l'esplosione, le autorità hanno chiuso l'accesso all'area, consentendo l'ingresso ai soli mezzi di soccorso.

La cancelliera Angela Merkel, commentando questo terribile evento che ha visto morire ben nove cittadini tedeschi, ha dichiarato "I terroristi sono nemici di tutte le persone libere. Sì sono nemici di tutta l'umanità, che sia in Siria, in Turchia, in Francia o in Germania - e ha aggiunto - non dimentichiamo la gente in Turchia, che diventa sempre di più vittima del terrore. Ci sentiamo solidali con loro".

La Farnesina sta accertando che tra i feriti e le persone coinvolte non ci siano italiani e per ora sconsiglia di frequentare la zona di piazza Sultanahmet. Dello stesso avviso il ministero degli Esteri tedesco, che invita i cittadini a non assemblarsi davanti a monumenti o in luoghi di interesse pubblico.

Il primo ministro turco, Ahmet Davutoglu, ha dichiarato che sono state arrestate altre quattro persone, accusate di essere coinvolte nell'attentato e di avere legami con il giovane attentatore siriano.

(fonte Ansa)

Più informazioni su

Più informazioni su