Seguici su

Cerca nel sito

Spettacolo dal vivo, proseguono i lavori alla Pisana

Sotto la lente il regolamento di Giunta sui contributi allo spettacolo dal vivo

Più informazioni su

Il Faro on line – La V commissione del Consiglio regionale, presieduta da Cristian Carrara (Pd), è tornata a riunirsi per discutere le osservazioni alla proposta di regolamento di Giunta sui contributi allo spettacolo dal vivo, in attuazione della legge regionale 15/2014.I lavori sono ripresi dall’articolo 6 (Verifiche, controlli e liquidazione del contributo), dove si erano fermati la volta scorsa, e sono terminati con l’esame di tutte le osservazioni presentate sull’articolo 10 (Centri di produzione teatrale).

Approvate due osservazioni rispettivamente di Piero Petrassi (Centro democratico) sull’art. 6 e del presidente Carrara sul 7 (Decadenza, revoca e rinuncia), nonché accolto l’impegno della Giunta a riformulare il comma 6 dell’art. 6 stesso, ritenuto “opaco” dalle opposizioni, il dibattito si è concentrato sull’articolo 8 (Produzione dello spettacolo dal vivo) e in particolare sulla questione dei punteggi, sui quali la maggioranza, nelle persone dei consiglieri Marta Bonafoni (Sel) e Eugenio Patanè (Pd), si impegnava a ritirare tutte le proprie osservazioni di dettaglio, in cambio dell’accorpamento delle stesse in una sola maxiosservazione (che sarebbe stata reiterata anche per gli articoli da 10 a 13) da sottoporre al parere della Commissione, in cui si chiede una rimodulazione del criterio di attribuzione dei punteggi, ai fini dell’assegnazione dei contributi, che tenga conto dei tre criteri della territorializzazione, dell’internazionalizzazione e del riequilibrio territoriale.

I rappresentanti del Movimento 5 stelle Gianluca Perilli e Gaia Pernarella però hanno individuato in questo metodo un tentativo della maggioranza di calare una mannaia su tutte le osservazioni singole riguardanti i punteggi, comprese quelle dell’opposizione, rappresentata, oltre che dai consiglieri del M5s, anche da Pietro Sbardella (Misto) e da Olimpia Tarzia (Lista Storace). A ciò la maggioranza ha replicato che tale scelta di metodo non riguardava in alcun modo le osservazioni delle opposizioni. Al termine di un lungo dibattito, all’osservazione cumulativa della maggioranza è stato dato parere favorevole e contrario, invece, a quelle singole del M5s tendenti a rivedere i singoli punteggi.

Approvate invece un’altra osservazione del M5s riguardante l’art. 9 (Centri di produzione) e due della consigliera Bonafoni, riguardanti i centri di produzione teatrale (art. 10), come riformulate dalla stessa consigliera in un caso e dall’assessore Ravera nell’altro. Sull’articolo 10 medesimo, però si riproponeva l’osservazione cumulativa di maggioranza già approvata sull’articolo 8, e il dibattito tra maggioranza e opposizione si riaccendeva.

Il presidente Carrara chiudeva quindi i lavori, non prima di aver completato l’esame delle osservazioni sull’articolo 10 e rinviando a una seduta successiva l’esame dei rimanenti (in tutto sono 21). Presenti anche i consiglieri Rosa Giancola e Riccardo Valentini (Pd) e Gianluca Quadrana (Lista Zingaretti).

Più informazioni su