Seguici su

Cerca nel sito

Fi: “Cotral; Giana si assuma le sue responsabilità”

Aurigemma: "E' una vergogna. Soltanto a errori commessi, Giana si e' reso conto di dover aprire il confronto con i comitati"

Più informazioni su

Il Faro on line – “La situazione Cotral e’ sempre piu imbarazzante. Adesso abbiamo appreso dalla stampa che gli studenti di Mompeo, nel reatino, che il sabato escono prima delle 14 da scuola a Rieti, devono attendere il bus delle 17,25 per tornare a casa. Onestamente rimaniamo senza parole. Ma ci chiediamo: l’ad Giana si e’ reso conto che Cotral e’ un servizio pubblico? Ci chiediamo: ma come si fa a spendere migliaia di euro e mesi di lavoro per preparare dei turni di servizio e una programmazione degli orari cosi lacunosa, a tal punto da paralizzare intere province, dimenticandosi degli studenti pendolari? Come e’ possibile rendersi conto soltanto dopo che i nuovi orari sono sbagliati. Non si tratta di casi singoli, ma di province in ginocchio”- dichiara il capogruppo di Forza Italia della Regione Lazio, Antonello Aurigemma.

“Tra l’altro – prosegue Aurigemma – i fruitori del servizio in maggior parte sono studenti, in molti casi minorenni, che si recano a scuola, le cui famiglie a settembre hanno gia sottoscritto l’abbonamento. E’ una vergogna. Soltanto a errori commessi, Giana si e’ reso conto di dover aprire il confronto con i comitati. Sempre dopo. Adesso, però, vista l’emergenza che si e’ creata, e’ necessario che qualcuno si assuma le proprie responsabilità, in primis l’ad Giana, per aver speso soldi e tempo per una riprogrammazione del tutto sbagliata, che sta creando ulteriori disagi ai pendolari, che già in condizioni normali vivono un’odissea quotidiana, tra ritardi, corse soppresse e mezzi stracolmi”.

Più informazioni su