Seguici su

Cerca nel sito

Amministrative, Palozzi: “Forza Italia deve esprimere i propri candidati sindaco”

Il Coordinatore: "Il fatto di avere persone capaci e determinate conferma l'impegno del nostro gruppo"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ieri si è svolta la riunione del Coordinamento della Provincia di Roma di Forza Italia, che ho l’onore di guidare – dichiara in una nota il coordinatore di FI per la Provincia di Roma, Adriano Palozzi – Un incontro di espressioni davvero partecipato e costruttivo, nel quale sono emerse energia, determinazione e idee concrete, in linea con la volontà di rinnovamento di cui il partito ha bisogno”.

“Il fatto di avere all’interno del Coordinamento provinciale – prosegue Palozzi – persone capaci e determinate conferma, giorno dopo giorno, l’ottimo lavoro e il serio impegno, messo in campo dal nostro gruppo per il rilancio e il radicamento di Forza Italia sul territorio, soprattutto in questa delicata fase politica, che sono convinto ci vedrà protagonisti nelle elezioni amministrative ormai alle porte. E proprio le amministrative nei numerosi comuni dell’area metropolitana sono state oggetto della nostra dettagliata analisi, insieme al ragionamento condiviso sul quadro politico regionale e nazionale. In questa fase di confronto e dialogo democratico con le altre forze di centrodestra, infatti, riteniamo che Forza Italia debba avere la forza e l’autorevolezza di esprimere, ove possibile, propri candidati sindaco nelle città o sostenere candidati di realtà civiche che accrescano il peso specifico del nostro partito”.

“Auspichiamo, dunque, che anche a Roma, in vista della tornata elettorale, l’amico Bordoni e il presidente Berlusconi vogliano sottolineare la ferma volontà di lavorare per un candidatura, sia essa civica o politica, in cui il nostro partito sia davvero attivo protagonista. Sono convinto che Forza Italia rimanga la vera locomotiva del centrodestra e saprà giocare un ruolo determinante per la costruzione di una coalizione coesa, forte e capace di spazzare via la demagogia grillina e l’inadeguatezza del centrosinistra”- conclude il Coordinatore.

Più informazioni su