Seguici su

Cerca nel sito

Juniores, il derby va ancora al Fiumicino 1926

Fiumicino 1926 - Sporting Fiumicino 1-0

Più informazioni su

Il Faro on line – Come all’andata, stesso risultato, stesso copione. Esulta il Fiumicino, ‘piange’ lo Sporting che scivola a meno dieci dai cugini. Decide un rigore di Sbrolli al ventesimo del primo tempo e un super Poggi che nel secondo tira fuori gli artigli e para tutto. Un derby e’ sempre un derby, si gioca per il prestigio e per la classifica. Il Fiumicino per continuare a rimanere agganciata alle prime, lo Sporting per accorciare e non rimanere tagliato fuori. Partono meglio i padroni di casa. Barontini in avvio a due occasionissime: imbucata per lui che con un pallonetto fa venire un mammatrone a Cerulli fortunato la prima volta (palla che esce di un soffio) e bravo la seconda a pararla. Ancora Fiumicino. Stavolta l’imbucata è per Campoli che a tu per tu viene steso.

Il rigore c’è, l’espulsione no. Dagli undici Sbrolli porta avanti i rossoblù. Uno a zero, il primo tempo finisce praticamente lì. Nel secondo ancora rossoblù pericolosi. Poi esce lo Sporting e un super Marco Poggi. Il portierone di casa è miracoloso due volte su due tiri ravvicinati. La Banda Baruccas non rischia più e riparte sciupando tanto. Al novantatreesimo Sbrolli ha la palla per chiuderla ma non va. Vince ancora una volta il Fiumicino. “Vittoria meritata? Assolutamente sì. Forse il risultato va stretto a entrambe le squadre ma se guardiamo le occasioni abbiamo meritato – spiega il tecnico Barucca cher ha seguito la partita dalla tribuna – ci manca un rosso che avrebbe potuto indirizzare la partita in un altro modo ma va bene così. Lo spettacolo in campo è stato splendido, il match combattuto ma molto corretto”.

“Vincere un derby – conclude il Mister – è sempre qualcosa di emozionante, vincerne due su due dà ancora più soddisfazione. Loro sono una grandissima squadra, erano partiti per vincere il campionato. Dovevamo cercare di tagliarli un po’ fuori dai giochi e ci siamo riusciti. Ci godiamo questa vittoria e poi ricominciamo a lavorare. Il campionato è lunghissimo”.

Più informazioni su