Seguici su

Cerca nel sito

Sanità: continua la campagna di screening del colon rettale

Il test è completamente gratuito in tutte le sue fasi e coinvolge uomini e donne dai 50 ai 74 anni di età

Più informazioni su

Il Faro on line – Continua la Campagna di Screening colon rettale, atta a diminuire la mortalità specifica per il carcinoma del colon retto. Anche per questa forma patologica la prevenzione può risultare di fondamentale importanza, così come per il cancro della mammella e della cervice uterina. Il tumore del colon retto costituisce la seconda causa di morte per tumore in Italia, ecco perché intercettare lesioni pre-neoplastiche, permette, con interventi terapeutici tempestivi, di ridurre l’incidenza e la mortalità per questa patologia. Di qui la significativa valenza dello screening, organizzato dall’Azienda Usl di Latina, nella persona della Dott.ssa Paola Bellardini, Coordinatrice Programmi di Screening Azienda Usl Latina.

Lo screening è completamente gratuito in tutte le sue fasi e coinvolge uomini e donne dai 50 ai 74 anni di età. Tutti i cittadini con esito negativo del test riceveranno a casa una lettera in cui è indicato il controllo dopo 2 anni, gli utenti con esito positivo, invece, verranno contattati telefonicamente per ricevere un appuntamento per la colonscopia. Si tratta di una campagna di promozione e prevenzione il cui scopo è quello di rendere sensibile una vasta fascia della popolazione sabaudiana sull’importanza della pratica dello screening sanitario al fine di incrementare una sempre più aggiornata “educazione alla prevenzione” e sensibilizzare la popolazione sull’importanza dello screening.

Inoltre, essa ha lo scopo di identificare le malattie presenti in nella comunità in una fase precoce, permettendo così di giungere ad interventi terapeutici tempestivi in modo da ridurre la mortalità e i disturbi legati alla malattia o gli effetti dannosi dei trattamenti somministrati in una fase di malattia avanzata.

La Asl sta inviando alla popolazione una lettera di invito ad aderire all’offerta del kit per la ricerca del sangue occulto fecale. Il Kit potrà essere ritirato nella sede della Croce Azzurra di Via Conte Verde a Sabaudia, nei seguenti giorni ed orari: giovedì 09:00-12:30; venerdì 15:00-17:00; sabato 09:00-12:30; domenica 09:00-12:30. Una volta effettuato l’esame, il kit andrà restituito sempre presso la sede della Croce Azzurra. In considerazione della sua complessità, la riuscita ottimale del programma di screening dipende dalla collaborazione integrata di tutti gli operatori sociali coinvolti nell’iniziativa: l’esame del sangue occulto, infatti, è molto efficace per individuare il tumore dell’intestino anche quando è molto piccolo e non si avverte alcun disturbo.
Questo permette trattamenti di tipo conservativo, quando le cure sono più semplici ed efficaci, in molti casi la guarigione, migliorando comunque la qualità della vita. In pratica si tratta di lavorare sulla omogeneizzazione dei servizi sul territorio per tutto il percorso dello screening stesso.

È intenzione dell’Amministrazione comunale far sì che questa Campagna di screening registri risultati positivi, con un ritorno importante soprattutto in termini di tutela della salute. La popolazione da esaminare si compone di circa 8.000 persone; l’obiettivo da raggiungere quindi rappresenta una vera e propria sfida: maggiore sarà il numero degli esami effettuati, maggiori le possibilità di salvare vite umane.

Più informazioni su