Seguici su

Cerca nel sito

Criticità idrauliche sull’influente L del Canale Palocco

Il CSI: "Abbiamo segnalato il problema al Consorzio di Bonifica il 12 novembre 2015"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Questo Coordinamento Sicurezza Idraulica X Municipio, sollecitato dai cittadini residenti del quartiere Infernetto, in ordine al tema della pubblica incolumità, con nota del 12 novembre 2015, segnalò al Consorzio di Bonifica la criticità idraulica determinata dall’installazione della valvola caplet sull’Influente L del Canale Palocco. Da quanto segnalato dai cittadini residenti, un incaricato del Cbtar aveva effettuato un sopralluogo congiunto ai tecnici di Acea in data 27 ottobre 2015, per valutare la possibilità di installare una pompa idrovora e a tal riguardo fu chiesto alle abitazioni di Via Alaleona l’autorizzazione a posizionare un contatore da 20kw sul loro muro perimetrale” – lo dichiara in una nota il Coordinamento Sicurezza Idraulica.

“A distanza di oltre due mesi dalla segnalazione, dal Cbtar non è arrivata nessuna risposta in merito alla richiesta del Csi di conoscere i possibili interventi temporanei e/o definitivi previsti a scongiurare le esondazioni del calane Influente L e relativi tempi di attuazione. Dalle informazioni ricevute dal Comitato Elle, aderente al Csi, e dai cittadini ivi residenti, i lavori sull’Influente L proseguono. E’ stato installato il contatore e predisposto l’impianto elettrico, inoltre, forato il massetto dove sarà posizionata la pompa di cui non conosciamo le caratteristiche. Nonostante i dubbi sulla reale efficacia di questa soluzione, non conoscendo la portata della pompa, vogliamo essere ottimisti e aspettare la fine dei lavori” – prosegue la nota.

“Segnaliamo alcuni aspetti che al momento ci preoccupano:
– sembrerebbe non essere prevista nessun tipo di protezione della pompa contro i furti;
– sembrerebbe non essere previsto un back-up elettrico in caso di mancanza della rete;
– nella posizione dove è stato realizzato il foro, il canale ha una sezione rettangolare ed è totalmente tombato”.

“Essendo nel suo punto più basso, quando è in piena, l’acqua lo riempie totalmente fino al “soffitto”, non vorremmo che possa diventare un punto di fuoriuscita dell’acqua. Nei prossimi giorni il Csi X Municipio effettuerà un sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento dei lavori chiedendo la partecipazione dei tecnici del Cbtar” – conclude la nota.

Più informazioni su