Seguici su

Cerca nel sito

M5S: “Montino deve delle spiegazioni ai cittadini”

La consigliera Velli: "Chi intende fare chiarezza non esiterà a sottoscrivere la richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio"

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’avviso di garanzia al sindaco di Fiumicino Esterino Montino per il reato di abuso d’ufficio, riconducibile all’inchiesta sulla gestione dei chioschi sulle spiagge libere delle località balneari di Fregene, Focene e Maccarese, presenta diverse implicazioni che necessitano un approfondimento. E’ noto che ad avviare le indagini è stata la decisione di aumentare l’estensione delle concessioni demaniali da 40 a 2000 metri quadri, che avrebbe procurato intenzionalmente un ingiusto vantaggio patrimoniale ai titolari delle concessioni marittime, tra cui anche l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Fiumicino, Angelo Carroccia, che detiene il 40% della società di famiglia proprietaria di uno dei chioschi”  – lo dichiara in una nota Fabiola Velli portavoce del Movimento 5 Stelle di Fiumicino.

“Ad essere indagati, oltre al sindaco Montino, risulterebbero tutti i consiglieri comunali che hanno votato a favore della Delibera n.64 del 26/10/2015, tra cui 15 consiglieri di maggioranza, inclusa la presidente del consiglio, e 1 consigliere appartenente ai gruppi di opposizione di centro destra”

Al di là delle dichiarazioni stampa, la consigliera del MoVimento5Stelle Velli ha presentato la richiesta di convocazione straordinaria del consiglio comunale per avere dal sindaco Montino i giusti chiarimenti in sede istituzionale. Essendo necessaria la sottoscrizione della richiesta almeno da parte di 5 consiglieri comunali, la consigliera Velli ha dichiarato: “Siamo certi che nei prossimi giorni chi come noi intende fare chiarezza sulla vicenda nell’interesse dei cittadini non esitera’ a sottoscrivere la richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio”. 

“E’ davvero necessario fare finalmente chiarezza sui troppi lati oscuri di un’amministrazione il cui sindaco è al secondo avviso di garanzia in 3 anni. Ricordiamo infatti che nel dicembre 2014 Montino ha ricevuto un primo avviso di garanzia relativamente all’inchiesta sulle spese pazze dei consiglieri Pd alla Regione Lazio e che a breve la procura dovrà rendere noto se Montino sarà rinviato a giudizio oppure no, essendosi concluse le indagini nel dicembre 2015 ed essendo scaduti i termini di legge per le notifiche previste”. 

“In quanto all’autosospensione dai lavori dell’aula da parte dei consiglieri di centro destra, il Movimento5Stelle invece non lascerà  la Casa dei Cittadini nelle mani dei soli consiglieri indagati. Noi non cederemo di un solo centimetro e saremo presenti per riferire ai cittadini e tutelarne i diritti come abbiamo promesso all’inizio del nostro mandato” – conclude la Velli.

Più informazioni su