Seguici su

Cerca nel sito

Serie D, l’Ostiamare non si rialza. Leonardi premia il San Cesareo

Dopo un frizzante inizio di partita, i gabbiani si arrendono agli avversari romani

Più informazioni su

Il Faro on line – Un’Ostiamare, falcidiata da infortuni e squalifiche (ben sei out: Barrago, Piroli, Maestrelli, Massella, Ramacci e Angeletti, ndr), cade all’ Anco Marzio, contro il San Cesareo e incassa la terza sconfitta consecutiva, di questo negativo inizio di 2016 e di girone di ritorno. Il gol di Leonardi sancisce la vittoria corsara, dei rossoblù di Perrotti e regala un’altra doccia gelata ai biancoviola che, nonostante le assenze, hanno cercato di fare la propria gara, ma si sono dovuti ancora arrendere, al verdetto del campo. Subìta la rete a metà ripresa, l’Ostiamare ha spinto sull’acceleratore, per recuperare, ma, ha sbattuto contro la difesa castellana e il portiere Opara, è stato decisivo in più di un’occasione (soprattutto su Mastrantonio che, di testa, aveva colpito da posizione laterale a ridosso della linea di porta, ndr).

Eppure, l’inizio di match sembrava far pensare ad un esito diverso. Ostiamare, spigliata, propositiva e pericolosa. Come all’8′, quando Catese conclude a colpo sicuro, ma è bravissimo Opara a deviare la palla sul fondo e a concedere, quindi, solo l’angolo. I lidensi insistono e creano scompiglio, nella difesa del San Cesareo anche poco dopo, quando sugli sviluppi di un traversone, sempre Catese va di testa, trovando però ancora una volta l’opposizione del portiere ospite. 

Il San Cesareo soffre ma resiste e poi si rende pericoloso, a sua volta. Sulla palla velenosa, recapitata in area, Bianciardi va di testa, ma Quattrotto è decisivo, con il tuffo sulla sua sinistra. Bello l’intervento del giovane portiere classe ’97, che poco dopo, sarà bravo in una circostanza simile alla precedente. All’intervallo è 0 a 0.

Si riparte e, anche nella ripresa, i biancoviola prendono in mano la situazione, cercando di trovare quel gol che, anche mentalmente, aiuterebbe a sbloccare la situazione, ma la rete che arriva, purtroppo, è di marca castellana. Al 23′, infatti, fuga di Leonardi che penetra da sinistra e poi incrocia sul palo opposto. Nulla da fare per Quattrotto, proteso vanamente. 

Doccia gelata per l’Ostia che viene colpita, alle prime occasioni degli avversari, a dimostrazione di un periodo assolutamente negativo. Nonostante questo, prova fino alla fine, a recuperare il risultato e arrivano diverse chance, come quella nella quale è decisivo, ancora una volta, Opara. Mastrantonio stacca di testa a colpo sicuro, Opara smanaccia e salva la porta del San Cesareo. Poco dopo, Davide Ferri, subentrato per Ferrari, sfiora di un soffio il pari, con una bella rasoiata dal limite. Fino alla fine, tanti cross in area, tanta voglia, tanto impegno, ma 0 risultati.

Campionato Nazionale Serie D, girone G 5^ giornata di ritorno
Ostiamare – San Cesareo 0-1 
Ostiamare: Quattrotto, Cesaretti (40’st Spanò), Succi, Mastrantonio, Catese, Macellari, Piro, D’Astolfo, Vano, Ferrari (25’st Ferri), Fraschetti (30’st Kikabidze). A disp.: Micucci, De Nicolò, Treccarichi, Melucci, Calveri, Rondoni. Allenatore: Roberto Chiappara.

San Cesareo: Opara, Tagliaboschi, Ansalone, Blandino (38’st Stazi), Tarantino, Aguglia, Utzeri, Bianciandi, Leonardi (30’st Mastrosanti), Romondini, Piergiorgio Sabelli. A disp.: Gianluca Sabelli, Cesaretti, Baldacci, Benedetti, De Marco, Cangiano. All.: Fabrizio Perrotti. 

ARBITRO: Valentina Garoffolo di Vibo Valentia.
Assistenti: Antonio Mariniello di Ercolano; Domenico Savino di Torre Annunziata.
Marcatore: 23’st Leonardi (SC).

Più informazioni su