Seguici su

Cerca nel sito

Prosegue il grande successo del progetto nerazzurro Jump in English

Uno spettacolo emozionante che ha catturato l’attenzione di 200 alunni entusiasti della splendida esperienza

Più informazioni su

Il Faro on line – Presso l’Istituto Frezzotti-Corradini di Latina è andato in scena il secondo atto del progetto della Benacquista Assicurazioni Latina gruppo e scuolaBasket: Jump in English. Uno spettacolo semplicemente emozionante che ha catturato l’attenzione di oltre 200 alunni entusiasti della splendida esperienza vissuta. Sono in programma ulteriori incontri presso altre scuole di Latina. Nel contempo prosegue anche il Progetto Scuola nerazzurro con la consegna dell’ormai famosa Jump Card e l’invito per tutti gli alunni a presenziare al PalaBianchini per le gare casalinghe della Latina Basket.

Semplicemente emozionante. Il secondo atto del Progetto della Benacquista Assicurazioni Latina Basket, ovvero Jump In English, che si è svolto giovedì mattina con i ragazzi della scuola secondaria dell’Istituto Frezzotti – Corradini di Latina. Grazie alla disponibilità della Dirigente, Prof.ssa Roberta Venditti ed alla collaborazione dell’Insegnante Serena Mordacci, la Latina Basket è riuscita ad organizzare una giornata davvero indimenticabile per gli oltre 200 studenti presenti nella gremita Aula Magna del plesso di Via Amaseno.
 
Dopo la positiva presentazione dell’Insegnante Serena Mordacci, il Direttore Sportivo Luca Rallo ha aperto l’attività, luca rallo e grupporingraziando la Scuola per l’ospitalità e l’entusiasmo dimostrati verso questo innovativo progetto da parte del corpo docente, oltre a quello dei ragazzi davvero entusiasti per questa grande occasione. La giornata è stata moderata da John Angelori, collaboratore del club nerazzurro per il Progetto #JumpInEnglish che in questa seconda tappa ha visto protagonisti, non solo Chace Michael Stanback e William Mosley, già presenti a Sabotino, ma anche Matija Jovovic (classe 1999) e Tarik Hajrovic (classe 2000), due ragazzi delle giovanili della Latina Basket, rispettivamente provenienti dal Montenegro e dalla Serbia.
 
Totalmente in inglese, l’evento organizzato dal club pontino ha riscosso grande interesse nei ragazzi presenti, con tantissime domande rivolte sia ai due atleti americani, sia ai colleghi più giovani, che hanno svelato tante notizie della propria carriera ma anche della vita privata, presentandosi in una veste molto singolare di intervistati e intervistatori, dialogando con i tanti studenti dell’istituto. Cucina, storia, geografia, arte, sport e cultura in genere sono alcuni degli argomenti trattati durante la mattinata, aperta con un video emozionale con le gesta di Will e Chace. Al termine della lunga chiacchierata, gli atleti nerazzurri hanno distribuito le loro foto autografate e si sono resi disponibili per foto e ulteriori autografi per gli studenti, felici all’inverosimile per questa splendida occasione di scambio culturale. Il Progetto “Jump In English” prevede altri incontri già programmati nelle prossime settimane in altri plessi di Latina.
 
Grazie alla grande disponibilità dell’Istituto Comprensivo Frezzotti-Corradini, il pastore tagliabue briscesenello stesso momento il Responsabile Tecnico del Settore Giovanile, Massimiliano Briscese, ha accompagnato Marco Tagliabue ed Andrea Pastore, che hanno fatto visita ai bambini delle classi seconde e terze della scuola primaria. Gli oltre trecento bambini sono stati radunati nella palestra del plesso di Via Quarto e, tra un tiro a canestro ed un gioco di gruppo, hanno ricevuto le foto autografate dei campioni nerazzurri, oltre ovviamente alla Jump Card, valida per tutto il prosieguo del campionato a cominciare dalla gara  di domenica 7 febbraio alle ore 18:00 al PalaBianchini in cui la Benacquista Assicurazioni Latina Basket affronterà la Bermè Viola Reggio Calabria, invito valido anche per gli studenti della scuola secondaria di primo grado, protagonisti del Progetto Jump In English.

Più informazioni su