Seguici su

Cerca nel sito

Catalani: guerra sulla gestione dei soldi

"Battaglia" di carte bollate al centro anziani di largo Giovanni Falcone

Più informazioni su

Il Faro on line – Una raffica di segnalazioni, regolarmente protocollate al Comune e indirizzate all’Area Servizi sociali, una mozione di sfiducia con un centinaio di firme, un ricorso che ha portato alla decadenza di una nomina. Sono gli elementi che danno il senso di come al centro anziani Catalani ormai sia in atto una vera e propria guerra interna, con tanto di bordate a colpi di carte bollate. La serenità del ballo e delle partite a carte è un lontano ricordo. Ora è il momento del muro contro muro, anche se, in verità, un modo per ricucire c’è sempre e probabilmente tutti i contendenti potrebbero trovarlo. Fatto sta che allo stato lo scontro è in atto. Giuseppe De Gaetano e Ciro Imperioso chiedono “trasparenza sulla gestione dei soldi”.

In una lettera indirizzata alla dott.ssa Catia Livia, in Comune, segnalano come il denaro in carico al centro anziani (per il 2016 il Comune ha previsto un contributo di 8.700 euro, più le contribuzioni volontarie degli aderenti) non sia gestito per i movimenti di cassa, come da regolamento, attraverso conti correnti postali o bancari. Anche le contribuzioni volontarie che servono per cene, balli, musica e quant’altro non passerebbero né per la preventiva autorizzazione del Comune né per ricevute fiscali o fatture. Situazioni sulle quali il Comune deve fare chiarezza, non tanto e non solo per ravvisare eventuali responsabilità, ma soprattutto per far tornare il sereno nella struttura.

Più informazioni su