Seguici su

Cerca nel sito

Controllo del territorio: due persone denunciate

Arrestato un pregiudicato per violenza, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale

Più informazioni su

Il Faro on line – I Carabinieri della tenenza di Fondi, nell’ambito di predisposti servizi finalizzati a contrastare i reati in genere, hanno deferito, in stato di libertà, un 62enne del posto, attualmente sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di Ps, per “inosservanza degli obblighi imposti dall’Ag, avendo violato la specifica prescrizione poichè durante un controllo notturno non veniva rintracciato presso il proprio domicilio”.

Nell’ambito del medesimo contesto operativo, in Priverno, i Carabinieri della locale Stazione, hanno denunciato all’Ag: una 27enne, dipendente della locale Asl, la quale il 25 gennaio c.a., chiudeva senza giustificato motivo, lo sportello del centro di prenotazione, con circa 20 minuti di anticipo sul normale orario di lavoro, non consentendo il legittimo accesso al servizio ad alcuni utenti già in coda.

LATINA – Scoperti e denunciati due pregiudicati autori di una truffa.
Il 09 febbraio 2016, in Latina, militari della locale Stazione Carabinieri, a conclusione di attività investigativa, deferivano all’A.G. due giovani del posto, entrambi con precedenti di polizia, già rispettivamente detenuti, l’uno presso la Casa circondariale di Velletri e l’altro agli arresti domiciliari. In particolare i due,  dopo aver concordato alcuni lavori con il titolare di una falegnameria, compilavano e consegnavano alla vittima un assegno circolare di € 854,00 risultato provento furto in danno  di una società.

FONDI – Arrestato un sorvegliato speciale per violenza, oltraggio e resistenza a P.U.Il 09 febbraio 16, ore 06,00 circa in Fondi, militari della locale Tenenza traevano in arresto, nella flagranza di reato, un pregiudicato del posto, N.S. 29 enne, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno.In particolare il prevenuto – allontanatosi dalla propria abitazione in orario notturno e successivamente rintracciato dai militari operanti in quel centro cittadino– opponeva loro un’ingiustificata resistenza, offendendone l’onore ed il prestigio e tentando altresì ripetutamente, di colpirli con una chiave inglese delle dimensioni di circa 35 centimetri, prima di essere da questi immobilizzato e disarmato.

L’utensile è stato sottoposto a sequestro, mentre l’arrestato nella mattinata odierna veniva condotto, innanzi all’Autorità giudiziaria, per la celebrazione del rito direttissimo. 

Più informazioni su