Seguici su

Cerca nel sito

Nautica, Di Bianco: “Settore strategico per la città e per l’intero paese”

Il Delegato alla cantieristica: "Occorre rafforzare i provvedimenti riguardanti detassazioni, sburocratizzazioni e norme europee"

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è svolto ieri, presso la Camera dei Deputati, il convegno dal titolo “Cantieristica Nautica e Concessioni Demaniali”, per la presentazione della proposta di legge finalizzata alla risoluzione dell’annoso problema del rinnovo delle concessioni demaniali. Al convegno, moderato dal primo firmatario On. Marco Miccoli, erano presenti il presidente della Commissione Attività Produttive Guglielmo Epifani, il presidente della Cna Nazionale Gaetano Bergami. Hanno preso parte all’iniziativa numerosi esponenti delle Camere di Commercio di Roma e Latina, una delegazione della Regione Lazio. Tra i presenti, una nutrita delegazione istituzionale e professionale del territorio di Fiumicino.

“Ringrazio l’on. Marco Miccoli – dichiara il delegato alla Cantieristica e allo Sviluppo Nautico del Comune di Fiumicino, David Di Bianco – per aver saputo tradurre in una iniziativa di legge, un’istanza sollevata in particolare dal territorio di Fiumicino, dove la cantieristica nautica ha una forte presenza di imprese, ma che affligge tutti i comuni costieri e fluviali dove ci sono gli insediamenti produttivi della nautica da diporto. Con questa proposta di legge, si intende rafforzare l’inversione di tendenza che i recenti Governi, prima Letta ed ora Renzi, hanno posto in atto con importanti provvedimenti riguardanti detassazioni, sburocratizzazioni e norme, come il nuovo Codice della Navigazione, che ci allineano agli standard europei e internazionali”.

“Stiamo parlando di un settore strategico importante per l’economia nazionale – continua Di Bianco – circa il 25% della domanda internazionale dei prodotti della nautica da diporto è assorbito dal “made in Italy”. Siamo davanti agli Usa e alla Germania, una leadership assoluta sia nella produzione, nei servizi e nelle manutenzioni. Per questo abbiamo deciso di mettere mano, con una proposta di legge, all’annoso problema delle concessioni demaniali marittime e fluviali, tema che si pone in termini complessi dal 2008, da quando la Commissione Europea ha avviato una procedura di infrazione. Da allora si sono generati una serie di interventi legislativi e di ulteriori contestazioni da parte della stessa Commissione che hanno di fatto bloccato le concessioni e i rinnovi della cantieristica nautica producendo incertezza tra tanti imprenditori e lavoratori”.

Vogliamo dunque, con questa proposta di legge, superare un ordinamento demaniale frammentato, retto da provvedimenti estemporanei, incapace di offrire certezza alle migliaia di operatori economici i cui investimenti rischiano di essere irrimediabilmente compromessi. Il dispositivo di legge è volto a recepire le indicazioni della direttiva europea sul libero mercato e la gestione delle concessioni demaniali e al contempo tende a tutelare gli investimenti realizzati dagli imprenditori del settore e – conclude Di Bianco – le maestranze altamente qualificate che vi operano”.

“Abbiamo voluto dare un forte segnale di sostegno a questa iniziativa di legge” – ha dichiarato l’assessore alle Attività produttive Anna Maria Anselmi presente al convegno insieme all’assessore alla Pianificazione Urbanistica Ezio Di Genesio Pagliuca per testimoniare anche le difficoltà delle amministrazioni comunali che sono sempre in prima linea nel cercare di dare risposte positive ai problemi del territorio, primo fra tutti quello dell’economia e dell’occupazione. Molto significativa anche la presenza degli imprenditori del settore del Consorzio Nautico di Fiumicino”.

Più informazioni su