Seguici su

Cerca nel sito

Ninfa: uno sguardo ai numeri della Superlega

A quattro giornate dal termine della stagione, la sfida per entrare nei playoff

Più informazioni su

Il Faro on line – A pochi giorni dalla fine della stagione regolare, è appassionante come mai la gara per entrare nella griglia dei playoff. Il susseguirsi delle gare, sei turni in febbraio e il posticipo del martedì notte, non riescono a far percepire bene la lotta tra cinque formazioni per tre posti in palio. La classifica cambia da gara in gara, facendo balzare di volta in volta le quotazioni.
Basta riavvolgere il nastro del campionato di 17 giorni per trovare una Molfetta (23) con tre punti su Latina (20), ben otto su Monza (15) e Padova (15) e nove su Ravenna (14). Nel girone di ritorno il ritmo è cambiato. A parte Civitanova (20), Modena (18) e Trento (17), valori sono cambiati rispetto al girone di andata. Dietro alle big (che sono rimaste in tre) ci sono Perugia e Padova con 11 punti, Ravenna 10, Latina e Verona 8, Monza e Milano 7, Molfetta 6 e Piacenza 3.

Dimostrazione che il campionato italiano è il più bello del Mondo, proprio per la sua lotta con il “coltello tra i denti” fino all’ultima giornata. Andiamo ad approfondire i numeri del campionato con la lente d’ingrandimento su Ninfa Centro Medico Fisioterapico.
Con la prestazione di martedì al PalaBianchini, Maurice Torres (Ravenna) con 360 punti balza al comando della classifica del miglior marcatore del torneo seguito dalla coppia composta da Fernando Hernandez (Molfetta) e Aleksander Atanasijevic (Perugia) con 351, sesto Simon Hirsch con 286. Fernando Hernandez guida la classifica degli ace con 48, insegue molto staccato Aleksander Atanasijevic con 32 tallonato da Taylor Sander (Verona) con 31, quattordicesimo Simon Hirsch con 18.

Viktor Yosifov svetta a muro con 61 punti, seguito da Sebastian Solè (Trento) con 49 e da Aidan Zingel (Verona) con 47.Per quanto riguarda le statistiche di squadra, Latina rimane leader a muro con 195 punti (2.67 a set), seguita da Trento 193 (2.76) e Civitanova 179 (2.56). È al decimo posto negli ace con 76 (1,04 a set), in testa ci sono Modena (1.74) con 120, Molfetta con (1.69) con 118 e Monza 104 (1.46). In attacco è undicesima con il 45%, in testa c’è Civitanova con 51.2%, poi Modena 50.4 e Molfetta 50.3%.
Latina rimane in testa negli errori punto con 4.56 punti regalati a set agli avversari, seguita da Trento con 4.99 e da Civitanova con 5.24. Il dato è notevole anche perché Latina è seconda con 1.75 di palle murate (media set) dagli avversari dietro a Trento con 1.73 e davanti a Perugia con 1.95, un parametro solo indicativo per valutare le alzate.

Domenica alle 18 c’è Latina-Trento, i biglietti si possono acquistare in rete all’indirizzo www.top-volley.it/biglietteria o recandosi nella sede della Top Volley in via Don Morosini 125 a Latina (Galleria Pennacchi, primo piano) fino a venerdì dalle 17-19. Il botteghino del PalaBianchini sarà aperto domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 fino ad inizio gara.

Più informazioni su