Seguici su

Cerca nel sito

Passoscuro, verde pubblico cercasi: oltre 5.000 mq mai recintati dal Comune

Attualmente siamo molto al di sotto degli standard urbanistici previsti dalla legge

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il verde pubblico a Passoscuro realmente godibile, allo stato attuale è molto al di sotto degli standard urbanistici previsti dalla legge. Una volta fino ai primi anni 70, almeno si poteva godere dell’area pubblica dell’’ex Pio Istituto Santo Spirito in seguito occupata dal campeggio. Poi si pensava di sopperire con il verde pubblico che avrebbero realizzato i privati a scomputo che, dopo aver edificando i vari comparti lo avrebbero regalato al Comune. Ma la crisi economica e il vincolo dell’esondazione hanno fermato l’edilizia, per cui di verde pubblico se n’è ottenuto molto poco. E spesso si trattava di piccoli giardinetti che finiscono solo a disposizione dei condomini del comprensorio. Però il Piano regolatore generale di Passoscuro, approvato dalla Regione Lazio nel 2006, per soddisfare gli standard urbanistici, almeno sulla carta, ha previsto nella zona di espansione, tutto intorno alla borgata, oltre ai 12 ettari edificabili per l’ampliamento del perimetro della borgata, anche aree per verde e servizi in abbondanza”.

“Ma ahimè, la Regione Lazio per trasferire quelle aree al Comune di Fiumicino pare che pretende che le siano pagate a prezzo di mercato, anche se sono ancora affittate per pochi spiccioli, come se fosse ancora terreno agricolo. Ma pare anche che il Comune di Fiumicino non abbia ancora avviato nessuna procedura per ottenerle. Neanche utilizzando fondi europei concessi per risanare quartieri degradati, come previsto dal Piano Casa.Inoltre vi sarebbero 5.000 mq  di macchia mediterranea di proprietà pubblica, nel vecchio perimetro della borgata, in via Serrenti, di fronte alla scuola, che sono stai recintati dal Comune di Fiumicino, per salvaguardarli dai bivacchi di sbandati, ma che restano tutt’ora inutilizzati. Eppure nonostante tanta disponibilità di aree pubbliche, Paola Maggionesi, consigliera comunale e gli Assessore Ezio Di Genesio Pagliuca e Roberto Cini, sono alla ricerca disperata di un’area, anche privata, da destinare a verde pubblico e di qualche volontario disposto a custodire quel poco esistente”.
Nicola De Matteo

Più informazioni su