Seguici su

Cerca nel sito

Un oro ed un argento, per le azzurre, agli European Judo Open Women di Ostia Lido 

L'Italia chiude seconda, nel medagliere finale e prima nella organizzazione dell'evento continentale di judo

Più informazioni su

Il Faro on line – Sono state due, le medaglie vinte dalle azzurre del judo, in questa piena ed entusiasmante edizione, dell’European Judo Open Women, che dal 13 al 14 febbraio, si è svolto, presso il Pala Pellicone di Ostia Lido. Organizzato dalla Fijlkam, ha visto la partecipazione, di ben 40 nazioni, provenienti del vecchio continente, rappresentate da 130 atlete, tutte agguerrite e ricche, nel proprio palmares personale. L’oro di Odette Giuffrida, del Centro Sportivo Olimpico Esercito e l’argento di Assunta Galeone, del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, hanno impreziosito questa edizione italiana, che ogni anno, scende sul tatami romano di Ostia Lido, in alternanza all’edizione dedicata, alla categoria maschile.

Questa competizione che precede, insieme agli altri eventi in programma, fino al mese di agosto, le Olimpiadi di Rio 2016, è stata aperta da una splendida cerimonia di apertura, che ha coinvolto le società sportive laziali, presenti con i propri iscritti e con centinaia di bambini, gioiosi, nel portare il nome del proprio dojo e nel mostrare, la propria passione, per il judo: “Sono tanti i punti in palio – ha introdotto, il Presidente della Fijlkam, Domenico Falcone, nel suo discorso di benvenuto, continuando – è certamente, un’edizione importante, questa. Ringrazio, tutte le nazioni europee, che insieme ai loro dirigenti, hanno collaborato con noi”. In conclusione, del suo discorso, il Presidente Falcone ha ringraziato le autorità militari intervenute, tra le quali, il Gen. Giorgio Bartoletti, Comandante del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, insieme al Comandante del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, Vincenzo Parrinello.

In seguito, il countdown sul videowall, ha dato il via, al pomeriggio di gare. Dopo le eliminatorie del mattino, gli ori messi al collo, dalle campionesse che hanno dato sudore e impegno, sul tappeto centrale, del Pala Pellicone, sono stati 4. E sono state, Bo Kyeong Jeong, nella categoria dei -48 kg, Lola Benarroche, in quella dei -57kg, la Tsend-ayush, campionessa mongola, nei -63kg ed Odette Giuffrida. Il primo posto della judoka italiana ha infiammato di orgoglio e di passione, tutto il pubblico italiano accorso. Senza dubbio, è stata lei, la protagonista della giornata. Nella giornata di domenica 14, i tifosi azzurri sono scesi, stavolta sul tatami, accanto ad Assunta Galeone. La campionessa dei Giochi Olimpici Europei, che riportò da Baku, le medaglia di bronzo a squadre, insieme alla sua compagna di Nazionale, Odette Giuffrida, ha lottato fino all’ultimo respiro, contro la cubana Yalennis Castillo.

E’ stata poi costretta a cedere, il primo gradino del podio, alla sua avversaria, mettendo al collo, tuttavia, una medaglia meritata. Di color argento, ma pur sempre, un metallo pesante. Contro la vicecampionessa olimpica di Pechino 2008, Assunta non si è risparmiata, guidata anche da un grande tifo, tutto intorno a lei. Il verdetto finale è arrivato solamente al golden score, finale, dopo una sfida giocata, alla pari nelle sanzioni. Gli ori della seconda giornata, sono andati, a Maria Perez, nella categoria dei 70kg ed a Yu Song, nel peso dei 78kg. E’ stata un’edizione importante, anche per le altre azzurre, in gara. Il settimo posto di Valentina Giorgis, nei 57 kg, è emerso, nella prima giornata, del 13 febbraio. Insieme a lei, una vittoria è stata ottenuta anche da, Francesca Giorda e Fabiola Pidroni, entrambe nella categoria dei 52kg, senza aver conquistato, lo stesso risultato di Valentina.

Una giornata difficile, invece, è stata quella del 14 febbraio, per le altre atlete italiane. Purtroppo, tutte eliminate al primo turno. Il medaglie finale ha collocato l’Italia al secondo posto, con le due medaglie, l’una d’oro l’altra di argento, della Giuffrida e della Galeone. Primo posto, per la Cina, con sei medaglie vinte.

Foto : Fijlkam (Assunta Galeone, in judogi bianco, durante la sua finale)

Alessandra Giorgi

Più informazioni su