Seguici su

Cerca nel sito

Pd e Psi: “Ci auguriamo che la gente non dimentichi”

I Partiti: "Ci avviamo verso un lungo anno di commissariamento in cui quelli che la gente chiama oggi 'banditi' potranno riorganizzarsi"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Alla fine, dopo tre giorni di fuoco in cui sembrava che stesse per concludersi la vergognosa era Di Fiori, i tre moschettieri si sono ritirati nelle segrete stanze in pausa di riflessione – dichiarano in una nota congiunta i segretari di Pd e Psi di Ardea. 
Fabrizio Acquarelli, Francesco Paolo Corso e Nazareno Sperandio, dopo aver sventolato ai quattro venti le proprie dimissioni dalle rispettive cariche di Consiglieri comunali, non ce l’hanno fatta” – ne danno il triste annuncio il Partito Democratico e il Psi di Ardea che, pieni di speranza per un paese ormai allo sfacelo, ripongono ormai le loro speranze nel solo e unico potere dei miracoli.

“Dopo la nomina del vice-sindaco, le dimissioni del Sindaco Di Fiori, quelle di Acquarelli da presidente del Consiglio e un gran traffico di telefonate a destra e a manca, sembra abbiano vinto i poteri forti, quelli in grado di cambiare il corso degli eventi e che sfuggono al controllo dei comuni mortali. Il risultato è che nella migliore delle ipotesi ci avviamo verso un lungo anno di commissariamento in cui quelli che la gente chiama oggi ‘banditi’ avranno tutti gli strumenti per riorganizzarsi e per far trascorrere il tempo necessario a far dimenticare il totale menefreghismo per il nostro territorio che ha caratterizzato questi quattro anni di mal governo; nella peggiore avremo altri mesi di agonia in cui questi signori, se possibile, peggioreranno lo stato comatoso in cui versa la nostra città.

Ci auguriamo solo che la gente non abbia la memoria corta e che alla prossima tornata elettorale non si faccia abbindolare da quattro promesse e false speranze” – concludono i Partiti.

Più informazioni su