Seguici su

Cerca nel sito

Il Ninfa RisparmioCasa Sabaudia non perde la Virtus

La vittoria odierna consente al Ninfa RisparmioCasa Sabaudia di rimanere saldamente al primo posto della classifica

Più informazioni su

Il Faro on line – Dopo la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia di serie B2 il Ninfa RisparmioCasa Sabaudia si riconferma in ottima forma, sconfiggendo 3-0 la Virtus Roma. Tre sono stati i set disputati: nel primo il Ninfa RisparmioCasa Sabaudia e’ riuscito a imporsi sugli avversari nettamente, come dimostra il parziale di 17-25; nel secondo la squadra pontina, dopo essere stata sotto fino a 19-11, e’ riuscita a recuperare brillantemente gli otto punti di svantaggio, chiudendo 23-25; nel terzo, infine, il Sabaudia ha saputo ripetere l’ottimo risultato del primo set di 17-25.

La vittoria odierna consente al Ninfa RisparmioCasa Sabaudia di rimanere saldamente al primo posto della classifica del girone F della serie B2 maschile, con 41 punti, davanti alla Meridiana Olbia SS, al secondo posto con 37 punti, e alla Station Service Roma, terza con 36 punti. “Buona la prestazione della squadra nel suo complesso – ha commentato a margine del match l’allenatore Alberto Gatto – solo nel secondo set abbiamo subito pesantemente le battute dell’opposto avversario, che ha creato un divario netto tra i due team, con un vantaggio di ben otto punti. Ottima la reazione della squadra che con una buona organizzazione muro-difesa ha ribaltato la situazione vincendo il set. Sulla scia dell’entusiasmo i ragazzi hanno vinto il terzo e ultimo set nettamente.”

Di eguale avviso il martello Manuele Mandolini, che ha dichiarato: “Dopo la vittoria contro l’Offida, che ci ha regalato l’accesso alla Final Four di Coppa Italia, siamo galvanizzati da questa ulteriore vittoria di campionato. Adesso ci dobbiamo dedicare con tutte le nostre forze all’allenamento in vista della partita con il Tor Sapienza, che si terrà sabato prossimo nel Palazzetto di via Conte Verde. La nostra speranza è quella di dare continuità alla serie di vittorie per mantenere la squadra tra le prime quattro più forti d’Italia.”

Più informazioni su