Seguici su

Cerca nel sito

De Angelis, Orsomando: “Il sindaco Pascucci indagato e… smemorato”

I consiglieri di opposizione: "Non è possibile che il primo cittadino non ricordi che le sue spiegazioni non sono state così dettagliate"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Non è possibile che il Sindaco Pascucci non ricordi che le sue spiegazioni, a quanto da noi oggi richiesto in riferimento ai suoi Avvisi di Garanzia così felicemente dichiarati nei minimi dettagli,q uasi si trattasse di importanti onorificenze pubbliche, così dettagliate (le spiegazioni) non erano, anzi erano molto, come si suol dire all’acqua di rose e accompagnate dalla solita giustificazione e monotona nenia è “un atto dovuto perché il Sindaco è il capo dell’amministrazione comunale”. Come non è possibile che il Sindaco Pascucci non ricordi di aver detto, alle volte molto alla lontana, di alcuni avvisi di garanzia ricevuti, in un numero di consigli comunali che non si possono contare neppure sulle dita di una mano?”

“E’ vero, Lei Sindaco è un tecnologico (vedi le sue indicazioni a trasmissioni streaming) e noi siamo i “comuni mortali” che non conoscono i nuovi mezzi informatici e di comunicazione da Lei utilizzati…e Noi, se Lei è contento e soddisfatto, glielo facciamo credere ma, vista l’occasione, Le ricordiamo che gli scriventi consiglieri sono ancora in attesa di conoscere una risposta, ad una precisa richiesta avanzata dal cons. De Angelis in uno dei consigli comunali, ovvero chi è che ha dato ordine agli operatori “streaming” di interrompere le registrazioni(o trasmissioni) se accade un diverbio, contestazioni o liti politiche?….Non lo ricorda, vero! Allora vada su Radio Lyra Caere o in streaming su www.inquelposto.com e poi ci faccia sapere che siamo proprio curiosi. Non è possibile che il Sindaco Pascucci non ricordi che i consiglieri di opposizione Aldo De Angelis e Salvatore Orsomando sono tra coloro più presenti nelle assise dei Consigli Comunali e tra i più attenti mentre di contro Lei, caro Sindaco, dovrebbe guardare tra i banchi della sua maggioranza che di certo non “brilla” in fatto di presenze e ritardi come, svariate volte, i consiglieri di opposizione De Angelis e Orsomando sono stati presenti ai suoi incontri pubblici e il problema è, ci creda, non la sua “arte oratoria e affabulatoria”, di cui rendiamo merito, ma dell’inconsistenza dei contenuti e di un disco oramai imparato a memoria che si ripete ogni volta ma questo è comprensibile, Lei “non legge quello che scrivono altri”, forse è così bravo da impararlo a memoria grazie alla sua giovane età?. Pensiamo, forse, proprio di si. Ma alle volte la memoria gioca brutti scherzi e Lei, Sindaco Pascucci, dichiara di essere, ad oggi, iscritto al registro degli indagati per 4 diversi procedimenti”

“Forse la memoria gioca proprio brutti scherzi – prosegue la nota – o abbiamo letto vecchi articoli riportanti altri riferimenti e se così fosse chiediamo venia anticipatamente ma pensiamo che qualcosa di vero ci sia, cercando, come di consueto, di affibbiare colpe altrui o individuare presunti colpevoli tra gli amministratori di un passato neanche tanto più recente ha anche dimenticato, volutamente o no, di dire che dal 2008 al 2010 Lei è stato il “Vicesindaco” Ambientalista del Sindaco Ciogli e che dal 2010 ad oggi ci sono stati altri assessori (vedi Grassetti e Mundula) come, per quanto riguarda il procedimento riguardante la vicenda degli scarichi fognari nel fosso tombato del Manganello per il quale si ipotizza il reato di omissione in atti di ufficio Lei, pretestuosamente, parla di autorizzazioni incriminate rilasciate durante altri mandati e tirando in ballo nuovamente De Angelis dimenticando, però, di dire ai suoi concittadini e lettori che oltre ai vari assessori che si sono avvicendati dal 2010 ad oggi, Lei non è stato solo Vicesindaco all’epoca del Sindaco Ciogli ma è stato ed è presente nell’amministrazione comunale di Cerveteri da circa 14 anni e, sinceramente, un attimo di autocritica da parte sua e un “mea culpa” dovrebbero essere d’obbligo invece di cercare altri presunti colpevoli, fermo restando, comunque, che ha anche dimenticato, volutamente o no, di dire che il rilascio di autorizzazioni e licenze non rientrano negli ambiti gestionali di un Assessore (che dovrebbe poi essere quello dei Lavori Pubblici) ma dell’ufficio tecnico e del Dirigente di competenza….la normativa è chiara oppure lo è soltanto quando si tratta dei suoi assessori e tecnici?”.

“Non è possibile che il Sindaco Pascucci non ricordi, per quanto concerne il quarto Avviso di Garanzia (da Lei indicato come “la quarta questione”) legato alla nomina dei Dirigente all’Urbanistica ing. Mauro Nunzi, che i consiglieri Aldo De Angelis e Salvatore Orsomando hanno presentato interrogazioni in merito, richieste di accesso atti, specifiche lettere di richiesta e un’ultima dettagliata interrogazione, e nelle brevi e poco esaudienti risposte da Lei inviate non ci è stata mai comunicata la presenza di un Avviso di Garanzia per abuso di ufficio…. anche questo è un atto dovuto ? oppure anche per questo ha avuto un “vuoto di memoria” o che altro?”.

“Siamo veramente basiti – continuano i consiglieri – ed è alquanto “fuorviante e singolare” che in merito alla richiesta della presenza di eventuali indagini in corso sul personale dipendente, Lei si permetta di farci osservare che compete ad altri organi del Comune (dirigenza e responsabili anticorruzione) fare le verifiche di rito sulle dichiarazioni dei dirigenti in tema di conferibilità e incompatibilità e che tali organi sono certamente aggiornati sulle eventuali problematiche di carattere penale che interessano il personale dipendente e ad essi è giusto che siano indirizzate le richieste di notizie a tal riguardo….. ma come, Lei non era sino a poco tempo fa il paladino dei dirigenti e non condannava Le nostre richieste di delucidazioni e spiegazioni avanzate agli stessi ? E oggi che fa…?….dice che loro sono i diretti responsabili per competenza ! Sarà ma sembra tanto un passare la mano e scaricare la cosidetta patata bollente, forse è soltanto una nostra impressione ma una cosa è certa i vuoti di memoria non sono una bella cosa e questo un Sindaco dovrebbe saperlo”.

“Concludiamo ribadendo che proprio noi consiglieri, anche se Lei ha tentato, invano, di metterci in cattiva luce, possiamo forse, con estrema umiltà, darle lezioni di etica e trasparenza e rivolgendoci ai cittadini e ai lettori diciamo che ” Non abbiamo bisogno di grandi uomini, non vogliamo neanche sentir parlare di grandi uomini. Abbiamo bisogno dell’uomo reale, col suo modesto, insostituibile corredo di qualità morali. Uomini non ci si improvvisa!” – conclude la nota. 

Più informazioni su