Seguici su

Cerca nel sito

Parco Leonardo, un Parco… per i ladri

Segnalazioni a raffica a Parco Leonardo: furti, rapine, scippi. Social e whatsapp, i cittadini si organizzano in "ronde virtuali"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ci stiamo organizzando con i social network e con i gruppi whatsapp per monitorare il territorio e segnalarci i possibili malviventi. Ormai non ne possiamo più, e quello che fanno le fore dell’ordine non basta. Per questo stiamo organizzando anche una petizione on line chiedendo che almeno in lacuni punti di Parco Leonardo e zone limitrofe vengano sistemate telecamere h24”.
Più che una protesta quella di Fabrizio Bozi, amministratore del gruppo Fb “Sicurezza e legalità” nonché ovviamente residente da anni a Parco Leonardo, è una richiesta di aiuto.

“Ci sono zone come via Giulio Romano che sono ormai un centro commerciale dentro al Centro commerciale. In quello ufficioso si servono i clienti normali, in quella strada a servirsi di ciò che trovano solo i ladri”. E non è l’unica via aggredita dai malviventi…. “Negli ultimi tempi oltre ai furti abbiamo dovuto registrare anche una rapina, e diversi tentativi di scippo. Le forze dell’ordine fanno quello che possono, di giorni la polizia municipale, di sera c’è l’attenzione della polizia, ma è una goccia nel mare. Né gli uni né gli altri hanno le risorse necessarie per controllare veramente il territorio”.

La cartina di tornasole della mancanza di controllo, arriva nei fine settimana, quando Parco Leonardo viene invaso da automobili: “Arrivano e fanno il proprio comodo. Le troviamo ovunque – continua Buzi – sulle rampe, sui marciapiedi, nei posti per disabili, nelle areee pedonali, contromano. Eppure nessuno fa nulla. Qualcje volta vediamo i vigili a fare multe, ma anche se è un’iniziativa lodevole, un modo per far vedere la presenza, non è la soluzione. Bisogna ripensare daccapo tutto il sistema di controllo di una zona che, purtroppo, è praticamente abbandonata a se stessa”.

E si torna al problema dei furti… “Rubano nei negozi, nelle case, fanno persino razzia del rame che trovano. Qualche tempo fa si è fermato persiono il depuratore a causa di uno di queste razzie”.
Dopo le 20 cala come una sorta di coprifuoco, a volte si ha paura persino di andare a prendere la macchina parcheggiata, perché non sai mai chi potrai trovare ma sai sempre che sarai da solo.

Anche per questo è nato il profilo facebook Comitato virtuale Legalità e Sicurezza: “E’ una piattaforma dove la politica non ci deve entrare – spiega Buzi -. Ognuno ha le proprie idee, ma qui siamo tutti cittadini di Parco Leonardo, con gli stessi problemi e la stessa voglia di risolverli. Non si accettanio post politici, ma solo segnalazioni e discussioni su come migliorare il nostro quartiere. E proposte – conclude – come quella da fare al Comune di postazioni di videosorveglianza”.

Angelo Perfetti 

Più informazioni su