Seguici su

Cerca nel sito

Santi, il nuovo delegato alla Caccia: la salvaguardia dell’ecosistema al primo posto

Il Sindaco: "Sono certo che saprà proseguire al meglio il lavoro incominciato da Sandro e che porterà ulteriori novità"

Più informazioni su

Il Faro on line – Bruno Santi è il nuovo Delegato alla Caccia del Comune di Cerveteri. “Ringrazio Bruno per aver accettato l’incarico di curare i rapporti tra l’Amministrazione comunale e il mondo dei cacciatori – ha detto Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – poter contare sulla collaborazione di una persona che come Bruno è vicina a questo mondo, significa poter affrontare con cognizione di causa anche i temi della tutela dell’ambiente e delle attività legate al settore. Le attività venatorie hanno ancora un forte legame con il nostro territorio e con la tradizione rurale di Cerveteri”.

“Ho apprezzato molto la richiesta di incontro che le realtà dei cacciatori hanno chiesto lo scorso 18 febbraio – prosegue il comunicato – dopo la scomparsa triste e prematura di un amico come Sandro Dello Russo, persona eccezionale che per i primi tre anni del mio mandato ha ricoperto l’incarico di Delegato alla Caccia per la nostra Amministrazione, non avevamo ancora individuato una figura che potesse curare i rapporti con questo settore. Bruno è stato indicato all’unanimità dai partecipanti alla riunione e sono certo che saprà proseguire al meglio il lavoro incominciato da Sandro e portare ulteriori novità”.

“Il cacciatore che segue le regole è per sua natura un ecologista – ha dichiarato il nuovo Delegato Bruno Santi – perché è suo preciso interesse che l’ambiente venga rispettato e l’ecosistema salvaguardato. Sono temi su cui concentrerò moltissimo il mio impegno, come già ha fatto il mio predecessore Sandro Dello Russo. Tenere la campagna pulita e proteggere la fauna, autoctona e non, è un impegno da perseguire con grande rispetto per il territorio, e soprattutto nell’interesse delle generazioni future.
Stiamo lavorando per costruire un Circolo dei Cacciatori che possa essere una realtà aperta a tutti, dedicata a tutto tondo ai temi che riguardano le attività venatorie, anche dal punto di vista culturale. Ringrazio sentitamente chi ha sostenuto la mia nomina, dandomi la possibilità di mettermi a disposizione della collettività”.

Più informazioni su