Seguici su

Cerca nel sito

Alla Biblioteca per la Nonviolenza, un seminario su “Islam e Nonviolenza”

Daniele Taurino: “Un'organizzazione terroristica capillare può essere sconfitta solo se si eliminano le condizioni propizie alla sua crescita”

Più informazioni su

Il Faro on line – Nel programma degli eventi culturali della Biblioteca per la Nonviolenza, sabato 27 febbraio, alle ore 16:00, si svolgerà un seminario dal titolo: “Islam e Nonviolenza. L’evento è stato organizzato dal Movimento Nonviolento Roma e si terrà in viale delle Meduse 63a Fiumicino. “Negli ultimi dieci anni – afferma Daniele Taurino del Movimento Nonviolento Roma – l’Islam è stato più che mai associato a immagini e fatti di violenza ed estremismo. Osama Bin Laden e Saddam Hussein prima, l’Isis oggi, sono le figure cardine di questa associazione mentale. Eppure l’Islam difficilmente esalta la violenza”.

E continua: “L’affermazione ripetuta da tanti in Occidente, dopo l’11 settembre, secondo cui ‘non esiste un Gandhi musulmano’, deriva piuttosto dall’ignorare figure come quelle di Maulana Azad e di Abdul Ghaffar Khan, appunto l’amico musulmano di Gandhi”. 

Per introdurre il seminario e dare stimoli al dibattito sull’argomento sarà presente Rocco Pompeo del Centro Studi Nonviolenza.

Le religioni universalistiche, come il cristianesimo e l’islam, si rivolgono a tutti, quale che sia l’origine dei credenti. Sono religioni che hanno insistito tutte sull’importanza del rapporto con l’altro, attraverso il valore attribuito all’amore per il prossimo, fortissimo nel Vangelo, oppure all’idea di clemenza, fortissima nell’Islam.

“Un’organizzazione terroristica capillare – aggiunge Daniele Taurino – non può essere sconfitta con mezzi militari ma solo se si eliminano le condizioni propizie alla sua crescita, come lo stato di miseria e di oppressione di vari strati della popolazione, se si isolano gli estremisti dal resto della società civile e si favoriscono i movimenti riformisti nonviolenti”.

Più informazioni su